ArcelorMittal, il primo trimestre 2021 è stato il migliore dell'ultimo decennio

giovedì, 06 maggio 2021 14:10:40 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il colosso mondiale dell'acciaio ArcelorMittal ha annunciato di aver registrato il «miglior trimestre del decennio» in termini finanziari in gennaio-marzo 2021, grazie alla ripresa dell'attività industriale e all'aumento dei prezzi delle materie prime. L'utile netto è quasi raddoppiato rispetto al quarto trimestre del 2020, passando da 1,21 miliardi a 2,28 miliardi di dollari. Il fatturato è aumentato allo stesso tempo del 14,2%, ammontando a 16,19 miliardi di dollari, grazie ai maggiori prezzi di vendita dell'acciaio e all'aumento dei ricavi di vendite nel settore minerario. L'EBITDA è ammontato a 3,24 miliardi di dollari, crescendo dell'87,3% su base trimestrale. 

Riguardo ai risultati operativi, la produzione di acciaio grezzo nel primo trimestre è calata del 6,4% rispetto al precedente trimestre, ammontando a 17,6 milioni di tonnellate. Allo stesso tempo la produzione di minerale ferroso si è fermata a 13,3 milioni di tonnellate, il 13,1% in meno. Il totale delle spedizioni di acciaio si è attestato a 16,5 milioni di tonnellate, il 4,6% in meno. 

Nel segmento europeo la produzione di acciaio grezzo è cresciuta del 6,4% su base trimestrale, raggiungendo 9,7 milioni di tonnellate sulla scia del miglioramento della domanda e delle attività in settori come quello automotive, quello della produzione industriale e il manifatturiero. A marzo di quest'anno ArcelorMittal ha riavviato l'altoforno B a Gand, in Belgio, dopo la ribasatura completa e l'equipaggiamento con sistemi d'automazione innovativi.

Aditya Mittal, CEO del gruppo dallo scorso febbraio, ha espresso soddisfazione per i risultati del trimestre, ma si è detto consapevole del fatto che «il Covid continua a rappresentare una sfida sanitaria in tutto il mondo, in particolare nelle economie emergenti». Secondo ArcelorMittal, l'attività economica è progressivamente migliorata nel primo trimestre di quest'anno, con un favorevole equilibrio tra domanda e offerta. La società ha affermato di aspettarsi che il consumo globale apparente di acciaio nel 2021 aumenterà del 4,5%-5,5% in base alle attuali prospettive economiche e in linea con le sue precedenti stime. 


Ultimi articoli collegati

Voestalpine torna all'utile nell'anno finanziario 2020/21

Acciaio inox, produzione globale in aumento nel primo trimestre

ArcelorMittal, Saarstahl e Beltrame interessati agli asset francesi di Liberty

Eurozona, a maggio record per il PMI manifatturiero

Salzgitter torna in utile nel primo trimestre