Ghisa: scendono i prezzi, la domanda è debole in Italia

mercoledì, 11 settembre 2019 14:40:11 (GMT+3)   |   Brescia
       

A causa della scarsa domanda e del trend ribassista del rottame i prezzi della ghisa proveniente dai paesi CIS hanno continuato a subire diminuzioni nelle ultime settimane. Le offerte per la ghisa da affinazione si attestano mediamente a 325-330 $/t CFR Italia, contro i 340-345 $/t di inizio agosto. La domanda da parte delle acciaierie italiane risulta molto debole, anche a causa della possibilità che si verifichino ulteriori diminuzioni di prezzo. 

Nel frattempo, le offerte dai paesi CIS per la produzione di ottobre hanno fatto registrare un calo di 5 $/t nell'ultima settimana, posizionandosi al livello di 320-335 $/t FOB. Per gli USA il prezzo target è ora 345-350 $/t CFR, tuttavia la domanda risulta assente anche sul mercato nordamericano. 

Per la Turchia le offerte si collocano infine a quota 335-340 $/t CFR, ma le acciaierie turche stanno esercitando forti pressioni al ribasso sui prezzi di tutte le materie prime all'importazione. 

Stefano Gennari


Ultimi articoli collegati

Gruppo Arvedi, produzione e fatturato in crescita nel 2019

Nuovo ponte di Genova, oggi l'inaugurazione

Marcegaglia: nuovo listino prezzi da agosto per i tubi saldati inox

Marcegaglia Ravenna vince due premi ai 2020 Global Awards for Steel Excellence

Italia: si indebolisce il mercato del rottame