ArcelorMittal annuncia un aumento di 30 euro sui prezzi dei piani

giovedì, 09 maggio 2019 17:33:34 (GMT+3)   |   Brescia
       

30 euro la tonnellata. A tanto ammonta l'aumento sui prezzi dei piani che ArcelorMittal avrebbe comunicato ai propri clienti nelle ultime ore. La mossa segue l'annuncio, fatto a inizio settimana, di un taglio provvisorio della produzione pari a 3 milioni di tonnellate annue in Europa, a causa della scarsa domanda e dell'incremento delle importazioni. La depressione dei prezzi che ha caratterizzato i primi mesi di quest'anno ha portato il colosso siderurgico a registrare un EBITDA pari a 1,65 miliardi di dollari nel primo trimestre, ovvero in calo del 34% su base annua. ArcelorMittal ha dichiarato che i profitti hanno risentito dei più bassi prezzi dell'acciaio - conseguenza di una più debole attività economica e della sovraccapacità globale - nonché dell'incremento dei costi delle materie prime. Secondo le fonti intervistate da SteelOrbis, resta ora da vedere se il mercato avrà la forza di assorbire il suddetto aumento e in quale percentuale. 

Come riportato ieri, i prezzi dei coils laminati a caldo (HRC) si attestano a 475 €/t franco produttore nel Nord Europa, mentre sono mediamente pari a 450-460 €/t f.p. sul mercato italiano.


Ultimi articoli collegati

Cina: produzione di acciaio grezzo in crescita nel 2019

Minerale di ferro in ripresa, cresce la domanda per il materiale di qualità

Tubi saldati, stabili le offerte turche ma con sconti su grossi volumi

India: il rafforzamento della rupia sostiene i prezzi degli zincati a caldo all'export

Rottame, significativo calo del prezzo nell'ultimo scambio USA-Turchia