Assofermet, rottame: preoccupazioni sul costo dei trasporti

lunedì, 06 febbraio 2023 12:46:14 (GMT+3)   |   Brescia
       

Il mese di gennaio è stato caratterizzato da un andamento variabile per il rottame italiano, ma nel complesso c’è stata una riconferma di un mercato stabile. Lo ha dichiarato Assofermet nella sua consueta nota di mercato sulle materie prime per la siderurgia.

In Italia l’aumento delle quotazioni nella prima parte del mese è stato accompagnato da una discreta richiesta da parte delle acciaierie, nonostante alcuni impianti siano ripartiti in ritardo e non abbiano lavorato a pieno regime.

«Dopo un rialzo dei prezzi nell’ordine di 15/20 € nella prima metà, i valori sono poi rimasti stabili sino alla fine del mese» ha affermato l’associazione. «Come già precedentemente segnalato, permane la preoccupazione per i costi di trasporto via gomma e ferrovia».

Per il mese di febbraio il sentiment è nel complesso positivo, seppur con qualche incertezza dovuta all’incognita sui volumi di produzione da parte delle acciaierie, che tuttora non risultano chiari. «L’auspicio è che gli ordini sul prodotto finito siano numerosi» ha continuato Assofermet «e che ci sia un’effettiva richiesta a valle da parte dei consumatori finali».

Nel mercato internazionale il mese di gennaio ha registrato fasi alterne: nella prima parte del mese prezzi in aumento sulla spinta della fine del 2022, successivamente una fase di calo delle quotazioni e infine una leggera variazione positiva.

Secondo quanto si legge nella nota diffusa, il mercato turco ha rispecchiato questo andamento, dove la fase di discesa ha trovato una resistenza su un livello minimo di 400 $ CFR per la qualità MS 80/20, per poi tornare alle quotazioni della prima parte del mese.

«I mercati europei sono rimasti nel complesso stabili e la domanda di materie prime da parte delle acciaierie, seppur buona nel complesso, ha visto una piccola discontinuità in relazione alle oscillazioni di prezzo del mercato internazionale» ha dichiarato l’associazione.

Ancora in aumento, invece, i costi di trasporto via ferrovia.

Per quanto riguarda il rottame inox, secondo quanto affermato da Assofermet, dopo una prima parte del mese di riconferma delle quotazioni di fine anno, il mese di gennaio ha registrato nella seconda parte una leggera correzione di prezzi a fronte di una richiesta di rottame non importante da parte delle acciaierie.

«La correzione al ribasso ha incontrato difficoltà da parte del mercato nell’accettare tali riduzioni, con conseguente calo dei volumi trattati ed aumento degli stock» ha scritto l’associazione nella nota diffusa. «Sul fronte internazionale, sono stati rilevati volumi ridotti anche in conseguenza del rafforzamento dell’euro nei confronti del dollaro. C’è attesa per la riapertura del mercato cinese, dopo la chiusura per il Capodanno, in quanto ad oggi il mercato asiatico risulta avere quotazioni più competitive rispetto a quello europeo, penalizzando pertanto le esportazioni europee. Gli acciai rapidi e super rapidi, così come gli acciai alto legati vacuum, hanno mantenuto una buona domanda e prezzi allineati alle oscillazioni di mercato».

Il mese di gennaio ha inoltre registrato una risalita dei prezzi per le ghise rimaste disponibili di provenienza ucraina e russa per acquisti prevalentemente portati a termine dai traders e per materiale che sostanzialmente verrà venduto nelle fonderie, settore attualmente in grado di pagare i nuovi aumenti.

In netta controtendenza ad altri materiali (rottame, acciai) che hanno segnato aumenti di prezzo anche significativi, la ghisa ematite ha fatto rilevare nette diminuzioni per effetto di magazzini consistenti che hanno portato ad un calo della domanda.

Anche in questo segmento la preoccupazione principale riguarda il costo dei trasporti che, oltre ad evidenziare ancora malfunzionamenti in alcuni hub ferroviari, ha visto aumenti importanti. «Gli aumenti dei trasporti su ferrovia sono stati ancora più significativi rispetto a quelli dei trasporti su gomma» ha aggiunto l’associazione.


Articolo precedente

Assofermet: mercato del rottame nazionale stabile a ottobre, ora si guarda alle riprese delle produzioni

08 nov | Notizie

Ghisa basica: prezzi globali bloccati malgrado gli sforzi degli esportatori

16 ott | Rottame e materie prime

Assofermet: stabile il mese di settembre per rottame e ghise

05 ott | Notizie

Assofermet, rottame: in Italia incerto il mercato post ferie

11 set | Notizie

Brasile, ghisa basica: prezzi stabilizzati in un altro accordo con gli USA, fornitura ridotta

27 lug | Rottame e materie prime

Brasile, ghisa: i prezzi export scendono di nuovo nell’ultimo accordo con gli Stati Uniti, ma l’umore rimane basso

19 lug | Rottame e materie prime

Assofermet, rottame: incertezze per giugno dopo un maggio in discesa

09 giu | Rottame e materie prime

Assofermet, rottami: cauto ottimismo per il nuovo anno

12 gen | Notizie

Assofermet, rottame: a novembre prezzi stabili e materiale scarso

13 dic | Notizie

India: modificate le tariffe su import ed export

21 nov | Notizie