Rottame, scarsa la domanda turca e prezzi ancora sotto pressione

mercoledì, 18 luglio 2018 09:34:26 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La domanda turca di rottame non ha mostrato segni di ripresa nemmeno nell'ultima settimana, tuttavia le acciaierie turche hanno effettuato alcuni acquisti al fine di soddisfare le proprie esigenze più immediate. Sul mercato non si registra alcun problema sul fronte dell'offerta: numerosi forniori di rottame sono pronti a vendere, ma si trovano costretti ad aspettare a causa della carenza di domanda. 

Nel frattempo, anche i compratori internazionali di tondo per cemento armato si limitano ad acquistare ciò di cui hanno strettamente bisogno, e lo fanno rivolgendosi ai produttori locali o importando materiale da paesi al sicuro da guerre commerciali. Di conseguenza, la domanda di tondo turco è rimasta debole a livello globale. Per questo motivo, le acciaierie turche stanno posticipando i loro acquisti di rottame ed esercitando ulteriori pressioni ribassiste sui prezzi. 

La scorsa settimana i prezzi di transazione dell'HMS I/II 80:20 proveniente dagli Stati Uniti erano pari a 342-344 $/t CFR Turchia, mentre i prezzi del rottame proveniente dall'Europa erano scesi al livello di 335,5 $/t CFR verso la fine della stessa settimana. Attualmente, si prevede che i prossimi ordini verranno chiusi a prezzi tra i 330 e i 340 $/t CFR, mentre sembra assai difficile che i compratori turchi accettino prezzi superiori ai 340 $/t. 


Ultimi articoli collegati

Rottame, le acciaierie turche tornano ad acquistare

CELSA a IREPAS: il trend dei prezzi a livello globale è chiaramente rialzista

Turchia: stabili i prezzi del rottame da cantieristica navale

Rottame, stabile il prezzo import in Turchia

Produttore turco ordina rottame dal Canada