Global Forum on Steel Excess Capacity, gli impegni dichiarati all'ultimo incontro a Parigi

lunedì, 24 settembre 2018 16:17:44 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Si è svolto lo scorso 20 settembre a parigi l'incontro ministeriale del Global Forum on Steel Excess Capacity, durante il quale i principali paesi produttori di acciaio hanno convenuto di ridurre ulteriormente la capacità produttiva laddove necessario, di evitare che in futuro si verifichi un peggioramento della situazione di overcapacity, nonché di lavorare per eliminare i sussidi che sono causa di eccesso di capacità. 

Il commissario per il commercio Cecilia Malmström ha dichiarato: "La sfida globale della sovraccapacità ha messo a dura prova le relazioni commerciali e l'architettura del commercio globale. I progressi in questo Forum in questo momento delicato dimostrano che la cooperazione multilaterale non è solo possibile, ma che rappresenta in realtà il migliore strumento per affrontare le sfide globali. Mettere in campo questo pacchetto concordato è qualcosa che l'Unione Europea seguirà da vicino. La nostra forza lavoro e la nostra industria dipendono da questi impegni in corso".

Il vicepresidente per l'occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività Jyrki Katainen, che ha co-presieduto l'incontro di Parigi, ha dichiarato: "Non ripeteremo i gravi errori del passato. Dobbiamo affrontare l'eccesso di capacità e le sue cause profonde per evitare gravi conseguenze sociali, economiche, commerciali e politiche in futuro, in modo da proteggere la crescita e l'occupazione in un'industria siderurgica europea efficiente e sostenibile".

L'organismo finalizzerà la sua valutazione delle sovvenzioni causa di sovraccapacità entro la fine dell'anno. Di fronte alla persistente sovraccapacità globale nonostante i recenti sforzi, nel 2019 il Forum individuerà quali ulteriori riduzioni è il caso di intraprendere. Infine, il Forum ha convenuto di monitorare regolarmente gli aumenti di capacità a livello globale per evitare che gravi situazioni di sovraccapacità si ripetano in futuro.

Il Forum è stato formato nel 2016 dai principali paesi produttori di acciaio come USA, UE, Cina, Giappone, Brasile, India e Sudafrica; il primo meeting si è svolto a Berlino nel novembre del 2017.


Ultimi articoli collegati

ArcelorMittal punta alla carbon neutrality entro il 2050

Buona la domanda di tondo in Polonia

Germania: produzione di acciaio grezzo in discesa in gennaio-agosto

Comitato materie prime di IREPAS: la Cina ha sostenuto la domanda

ArcelorMittal: quattro leve per il raggiungimento delle emissioni zero nell'UE