ArcelorMittal Italia, produzione a 4,5 milioni di tonnellate. L'ex ad: «Salvaguardia UE inadeguata»

giovedì, 17 ottobre 2019 10:32:34 (GMT+3)   |   Brescia
       

L'ex amministratore delegato di ArcelorMittal Italia, Matthieu Jehl, con al fianco la nuova ad Lucia Morselli, ha attribuito alla "mancanza di regole uguali per tutti" molte delle difficoltà dell'ex Ilva e del mercato siderurgico europeo. Insieme al Country Head Samuele Pasi, i manager sono intervenuti ieri 16 ottobre in commissione industria alla Camera per rispondere alla richiesta di audizione della commissione attività produttive. 

Secondo l'ex ad Jehl, le prospettive del mercato non migliorano perché «le misure di salvaguardia che ha preso l'Europa non sono sufficienti per contrarre il livello di importazioni di acciaio extra UE, che oggi rappresentano più o meno il 20% dei consumi in Europa». Importazioni a cui contribuisce in maniera significativa anche la Turchia, che oggi esporta prevalentemente verso i paesi del Sud Europa ciò che prima esportava negli USA. Jehl ha sottolineato che è necessario vi siano «regole del gioco uguali per tutti». Secondo il manager l'Europa deve adottare il cosiddetto "carbon border adjustment" sulle importazioni di prodotti siderurgici. Ad oggi la maggior parte dei produttori extra UE ha infatti performance ambientali al di sotto di quelle rispettate dai produttori europei.

I livelli di produzione previsti per ArcelorMittal Italia dal Piano Ambientale ammontavano a 6 milioni di tonnellate «mentre oggi con le difficoltà operative non ne produciamo più di 4,5», ha replicato Jehl ai deputati che gli avevano contestato il ricorso alla Cassa integrazione per 1.400 lavoratori per tredici settimane. 

Riguardo agli interventi ambientali, «ArcelorMittal si è impegnata a portare a zero le emissioni nel 2015, come chiede la Commissione UE», ha detto Jehl, aggiungendo: «Oggi lo stabilimento di Taranto è il più monitorato: ci sono le ispezioni delle autorità preposte per il monitoraggio degli impegni presi col Piano Ambientale, ad oggi tutti rispettati». 


Ultimi articoli collegati

Minerale di ferro, prezzi in forte aumento sulla scia dei rialzi dei future

Perù: vendite di tondo in rialzo a settembre

Cresce la produzione colombiana di acciaio grezzo in ottobre

USA: i prezzi dei coils a caldo si rafforzano ulteriormente

Importazioni di tubi per condotte in calo in ottobre