Vale riduce l'offerta di minerale, prezzi in rialzo

mercoledì, 18 marzo 2020 18:23:03 (GMT+3)   |   Istanbul
       

I prezzi del minerale di ferro sono cresciuti ulteriormente dal momento che si profila per il prossimo periodo un calo dell'offerta proveniente dal Brasile e dagli impianti di Vale in Malaysia. Le quotazioni del minerale con un contenuto di ferro pari al 62% sono aumentate di 0,3 $/t oggi, raggiungendo i 90,6 $/t CFR. Allo stesso tempo, i prezzi dei fine brasiliano con un tenore di ferro del 65% sono cresciuti di ben 1,5 $/t, a 107,3 $/t CFR. 

Il più grande produttore di minerale del Brasile ha comunicato ai propri clienti che sospenderà le operazioni fino al 31 marzo nel suo stabilimento in Malaysia, che produce "blended fine" con contenuto di Fe del 62% e basso contenuto di allumina, e che esporta materiale in Cina. La decisione è dovuta alla quarantena annunciata nel paese allo scopo di prevenire la diffusione del coronavirus. Il centro di Vale in Malaysia spedisce circa 1,8-2,2 milioni di tonnellate di minerale di ferro al mese. Inoltre, il produttore non sarà in grado di aumentare le spedizioni dal Brasile a causa di una limitata offerta dovuta a sua volta alle condizioni meteorologiche avverse.

I prezzi del minerale di ferro sono stati supportati dalla buona domanda e dalla riduzione delle scorte presso i porti in Cina. I futures sul minerale di ferro sulla borsa di Dalian hanno fatto segnare oggi un incremento di 11 RMB/t o dell'1,6 percento, raggiungendo i 676 RMB/t (96,6 $/t).


Ultimi articoli collegati

Minerale di ferro, prezzi al 28 settembre

Minerale di ferro, prezzi al 25 settembre

Minerale di ferro, prezzi in rapida discesa

Minerale di ferro, prezzi al 16 settembre

Export brasiliano di ghisa in forte crescita nei primi otto mesi del 2020