Italia: mercato del rottame ancora in equilibrio

giovedì, 09 luglio 2020 17:12:43 (GMT+3)   |   Brescia
       

La "fotografia" del mercato italiano del rottame è ancora la stessa di due settimane fa. Secondo fonti locali, l'unica differenza riscontrata negli ultimi quindici giorni è che «alcune acciaierie si sono allineate alle altre in termini di prezzo», tuttavia «i range sono rimasti invariati». Nel frattempo, un produttore locale ha fermato un forno per manutenzione, mentre altre acciaierie interromperanno le attività nelle prossime settimane. Ciononostante, la maggior parte degli operatori non si aspetta grosse variazioni sotto il profilo dei prezzi: la domanda si è abbassata, ma allo stesso tempo l'offerta è rimasta ridotta, specialmente nel caso dei lamierini palabili e dei materiali "nuovi". Qualcuno si aspetta discese – anche alla luce dei contratti chiusi in Germania a prezzi in diminuzione – mentre altri prevedono un trend laterale delle quotazioni fino all'inizio della pausa estiva. Per quanto riguarda i tempi delle fermate, si parla in generale fi periodi di 1-3 settimane, tuttavia per i produttori di acciai di qualità lo stop potrebbe estendersi fino a cinque settimane. 

Attualmente sul mercato italiano le quotazioni del rottame si collocano mediamente sui livelli riportati di seguito.

 Qualità 

 Prezzo spot  

 Torniture (E5) 

190-200

 Demolizioni (E3) 

210-225

 Frantumato (E40) 

230-250

 Lamierino (E8) 

240-250

Prezzi espressi in €/ton, compreso trasporto, IVA esclusa.

Stefano Gennari


Ultimi articoli collegati

BNL, "positive loan" da 30 milioni a Pittini per investimenti green

Italia: mercato del rottame in forte tensione

Assofermet: soddisfazione per la proroga dei nuovi controlli radiometrici

Eurostat: a marzo rialzo dei prezzi alla produzione industriale

Rottame, mercato italiano in tensione