Voestalpine in perdita nel primo semestre dell'anno fiscale

martedì, 10 novembre 2020 18:36:16 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nel primo semestre dell'anno finanziario 2020/21, terminato lo scorso 30 settembre, il produttore siderurgico austriaco Voestalpine AG ha registrato una perdita netta di 276 milioni di euro, contro l'utile netto di 115 milioni di euro raggiunto nello stesso periodo del 2019. Nel periodo in oggetto, i ricavi netti della società sono ammontati a quasi 5,1 milioni di euro (-21,9%). L'EBITDA si è attestato a 395 milioni di euro, facendo segnare un calo del 40,6% su base annua. 

La società ha dichiarato che i risultati del primo semestre sono stati influenzati principalmente dalla pandemia di coronavirus. In particolare, il primo trimestre è stato caratterizzato dal crollo della domanda in tutti i segmenti di clientela e in tutte le regioni, mentre il secondo semestre ha visto una ripresa della medesima nei principali settori. Le industrie automotive, ma anche quelle dei beni di consumo e dele costruzioni in Europa e negli Stati Uniti si sono rapidamente riprese a seguito delle misure di lockdown imposte in primavera. Grazie all'incremento della domanda di prodotti siderurgici di alta qualità, nel mese di settembre la società ha potuto riavviare il piccolo altoforno di Linz. In Cina, gli stabilimenti di Voestalpine sono tornati ai livelli di capacità produttiva pre-crisi. 

Herbert Eibensteiner, presidente di Voestalpine AG, ha dichiarato che «l'EBITDA e l'aumento del flusso di cassa dimostrano che i nostri programmi di riduzione costi e miglioramento dell'efficienza sono serviti». Secondo Eibensteiner, durante le performance del secondo trimestre dell'anno fiscale riflettono il rimbalzo della domanda nei principali segmenti di clientela, «tuttavia, nonostante i segnali di mercato positivi, bisogna vedere come le nuove misure di lockdown in Europa influenzeranno l'economia». 

A seguito della forte crescita dei contagi da coronavirus, numerosi stati membri dell'UE hanno nuovamente imposto misure di contenimento. Di conseguenza, Voestalpine Group ha dichiarato che continuerà a focalizzarsi sulla gestione dei costi e sulla stabilizzazione del reddito. Contemporaneamente, resteranno alti gli sforzi della società nel gestire il capitale circolante. Voestalpine inoltre manterrà gli investimenti su livelli minimi per rafforzare il cash flow, nonché la sua struttura patrimoniale e finanziaria. Voestalpine prevede di generare, nell'anno finanziario 2020/21, un EBITDA compreso tra 800 milioni e 1 miliardo di euro, rispetto alla precedente previsione di 600 milioni di euro. 


Ultimi articoli collegati

Voestalpine, ammodernamento della linea di ricottura continua a Linz

ThyssenKrupp: taglio di 11.000 posti di lavoro nei prossimi tre anni

Tata Steel: entro dicembre completata la due diligence per la vendita degli asset olandesi

Salzgitter produce la prima bramma "green" a Peine

ArcelorMittal, performance operativa superiore alle aspettative nel terzo trimestre