Ghisa, invariate le offerte provenienti dai paesi CIS

mercoledì, 27 febbraio 2019 10:51:45 (GMT+3)   |   Istanbul
       

I prezzi della ghisa proveniente dall'area CIS sono rimasti invariati nell'ultima settimana, cioè pari a 335-350 $/t FOB. I prezzi erano cresciuti la scorsa settimana a causa della carenza di materiale causata dalla perdita nella produzione di minerale ferroso, tuttavia nei giorni successivi le vendite da parte dei fornitori di ghisa dei paesi CIS hanno subito un rallentamento. 

Dopo aver mantenuto un atteggiamento attendista dinnanzi ad offerte pari a 370 $/t CFR, i compratori italiani hanno chiuso qualche piccolo ordine a prezzi tra i 360 e i 365 $/t CFR. Ciononostante, la maggior parte degli operatori italiani ha mantenuto le proprie offerte d'acquisto a quota 350-355 $/t CFR. 

Nel frattempo, negli Stati Uniti, i fornitori dei paesi CIS hanno effettuato vendite a prezzi pari a 355-360 $/t CFR. In particolare, secondo fonti vicine a SteelOrbis, una vendita di ghisa russa è stata chiusa negli USA a 360 $/t CFR. 

Infine, nell'ultima settimana non è stata registrata alcuna vendita con destinazione Turchia. 


Ultimi articoli collegati

Ghisa, i produttori CIS alzano i prezzi

Turchia: importazioni di ghisa in crescita nel primo trimestre

Rottame, acciaierie turche acquistano rottame statunitense

Rottame, la Turchia chiude due acquisti a prezzi in aumento

Billette CIS, resta debole la domanda a livello internazionale