Ghisa, in ribasso le offerte dai paesi CIS

mercoledì, 19 settembre 2018 10:26:01 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nell'ultima settimana le attività degli esportatori di ghisa dei paesi CIS sono rimaste stagnanti e non si è avuta notizia di nuovi scambi. I fornitori hanno ridotto i prezzi di 15 dollari, portando le loro offerte a quota 365-370 $/t FOB. Dal momento che negli Stati Uniti i prezzi del rottame hanno seguito un andamento ribassista, le offerte di ghisa dei fornitori CIS per questa destinazione sono scese dai 410 $/t CFR del mese scorso agli attuali 390 $/t CFR. Dal momento che le aspettative per il momento sono di un ulteriore lieve calo dei prezzi del rottame negli USA, i fornitori dei paesi CIS sono restii ad avanzare nuove offerte nei confronti dei clienti statunitensi. Poiché il trend dei prezzi della ghisa dovrebbe apparire più chiaro dopo la conclusione di una serie di conferenze internazionali in corso questa settimana, gli addetti ai lavori restano per il momento in attesa. 


Ultimi articoli collegati

Incidente alla GOK di NMLK ma nessun ritardo nelle spedizioni di ghisa e acciaio

Ucraina: export di ghisa in crescita nei primi otto mesi del 2020

Ghisa, la Cina accetta ulteriori aumenti di prezzo

Ghisa, i fornitori internazionali cercano ancora aumenti di prezzo

Ghisa: Cina principale acquirente, graduale ritorno dei compratori statunitensi