Coils a caldo, ancora in discesa i prezzi in Turchia

mercoledì, 29 settembre 2021 16:10:26 (GMT+3)   |   Istanbul
       

I produttori turchi hanno abbassato i prezzi dei coils laminati a caldo (HRC) a causa della scarsa domanda riscontrata sia sul mercato interno sia in quelli di esportazione. 

Secondo fonti di mercato, i prezzi di transazione si attestano oggi a 880-890 $/t franco produttore, contro le offerte di 900-920 $/t f.p. registrate nell'ultima settimana. Alcune acciaieria stanno ancora offrendo materiale a 900 $/t f.p., tuttavia la maggior parte dei compratori ritiene che il mercato si indebolirà ulteriormente nella prima metà di ottobre. «Abbiamo la sensazione che il mercato si stia dirigendo verso gli 850-860 $/t f.p., pertanto nessuno ha fretta di rifornirsi al momento», ha commentato un compratore. Riguardo all'export, attualmente le offerte dalla Turchia si collocano a 890-920 $/t FOB a seconda del fornitore e dei volumi.

Sul versante delle importazioni, un'acciaieria russa di recente ha chiuso le vendite della produzione di ottobre a 880 $/t CFR, mentre un altro produttore sembra non disporre di volumi per la Turchia dopo aver chiuso grosse vendite in Asia. I produttori ucraini alla fine della scorsa settimana offrivano HRC a 860-880 $/t CFR, tuttavia si prevede che abbasseranno i prezzi a breve ora che le quotazioni sono diminuite nel mercato turco. 


Articolo precedente

Cina, laminati a caldo: offerte export in aumento per via dei future più forti, domanda problematica

29 nov | Piani e bramme

Giappone, coils a caldo: gli esportatori continuano a tagliare i prezzi

29 nov | Piani e bramme

Vietnam: continuano ad aumentare le assegnazioni all’esportazione di HRC

29 nov | Piani e bramme

India, export coils a caldo: vendite in aumento, prezzi più bassi rispetto alla scorsa settimana

29 nov | Piani e bramme

Coils a caldo: aumentano i prezzi dell’export brasiliano

29 nov | Piani e bramme

Cina, lamiera: stabili i prezzi export, in un range limitato i prezzi locali

28 nov | Piani e bramme

Coils a caldo: gli esportatori indiani puntano a prezzi più alti, mood migliore

25 nov | Piani e bramme

Sudest asiatico: acciaierie attive nell’export di bramme, l’import si concentra su altre fonti

24 nov | Piani e bramme

Cina: in calo le scorte dei principali prodotti siderurgici finiti

24 nov | Notizie

Coils a caldo europei: i prezzi sembrano aver toccato il fondo, ma è ancora in dubbio l’aumento

23 nov | Piani e bramme