USA: nuovo dazio sui beni messicani a partire dal 10 giugno

venerdì, 31 maggio 2019 17:18:38 (GMT+3)   |   San Diego
       

La Casa Bianca ha comunicato che a partire dal 10 giugno verrà imposto un dazio del 5% su tutti i beni importati dal Messico. Il presidente Donald Trump ha aggiunto che questa tariffa potrebbe salire al 25% se nel prossimo periodo il Messico non adotterà misure che vadano ad azzerare o ridurre drasticamente il numero di clandestini messicani che entrano negli Stati Uniti.

Se l’immigrazione illegale dovesse continuare, la tariffa salirebbe al 10% il prossimo 1° luglio, per poi aumentare nuovamente al 15% il 1° di agosto e al 20% il 1° di settembre, fino a raggiungere il 25% il 1° ottobre.

«Le tariffe rimarranno al 25% - ha dichiarato Trump - mentre le società che hanno delocalizzato in Messico potrebbero tornare a produrre negli USA nel caso in cui il Messico non dovesse agire efficacemente».

Gli Stati Uniti hanno recentemente rimosso le tariffe della Section 232 su Messico e Canada accelerando il processo di ratifica del nuovo accordo commerciale USMCA fra i tre paesi.


Ultimi articoli collegati

USA: avviata indagine sulle importazioni di vanadio

USA: risultati finali delle indagini sulle graffette a filo fine provenienti dalla Cina

USA: dazi provvisori su blocchi in acciaio forgiato provenienti da Italia e altri tre paesi

USA: proseguono le indagini sulle importazioni di bombole in acciaio dalla Cina

USA: confermato il dazio sul silicio metallico proveniente dalla Russia