Turchia: esportazioni di coils a caldo in crescita a maggio

mercoledì, 07 luglio 2021 15:18:28 (GMT+3)   |   Istanbul
       

A maggio di quest'anno le esportazioni turche di coils laminati a caldo (HRC) sono ammontate a 250.831 tonnellate, facendo registrare incrementi del 35,5% rispetto ad aprile e del 3,6% rispetto a maggio 2020. Lo ha comunicato l'istituto di statistica turco (TUIK), aggiungendo che il valore generato dalle stesse esportazioni è ammontato a 200,27 milioni di dollari, dato in crescita del 40,6% su base mensile e del 72,7% su base annua. 

Nei primi cinque mesi dell'anno la Turchia ha esportato 818.440 tonnellate di HRC, dato in calo del 21,7% annuo, mentre il valore delle stesse esportazioni è cresciuto del 18,4%, a 583,2 milioni di dollari. 
Nello stesso periodo, l’Italia è stato il primo paese importatore con 253.152 tonnellate, il 36,13% in meno rispetto allo stesso periodo del 2020. 

Di seguito, le principali destinazioni delle esportazioni turche di HRC nei primi cinque mesi del 2020. 

Paese

Quantità (t)

 

 

 

 

 

 

Gen-mag 2021

Gen-mag 2020

Var. annua (%)

Mag 2021

Mag 2020

Var. annua (%)

Italia

253.152

396.362

-36,13

90.525

71.999

25,73

Spagna

127.046

171.414

-25,88

31.341

21.455

46,08

USA

119.961

8.174

1367,59

51.160

-

-

Tunisia

49.863

11.357

339,05

15.581

-

-

Sudafrica

44.876

-

-

24.763

-

-

Grecia

30.142

44.845

-32,79

7.831

21.915

-64,27

Belgio

28.365

52.000

-45,45

-

43.084

-

Bulgaria

27.253

20.995

29,81

183

3.158

-94,21

Pakistan

18.068

-

-

-

-

-

Algeria

17,.744

22.367

-20,67

-

14.080

-


Ultimi articoli collegati

Turchia: calma nel mercato degli HRC in attesa dei dazi cinesi

Coils a freddo, importazioni in calo in Turchia a maggio

Turchia: importazioni di coils a caldo quasi triplicate a maggio

Coils a caldo, entra in vigore nell'Ue il dazio antidumping contro la Turchia

Coils a caldo: i prezzi arretrano in Turchia