Turchia aggiorna dazi su alcuni prodotti siderurgici

venerdì, 08 gennaio 2021 17:20:27 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La Turchia, secondo quanto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del paese, ha aggiornato i dazi all’importazione per alcuni prodotti siderurgici. 

Le importazioni di coils a caldo (HRC) da parte dei rilaminatori e dei produttori di tubi saldati saranno soggette a un dazio del 6% invece che dell'8% entrato in vigore ad aprile 2020, mentre le importazioni di elettrodomestici sono ora soggette a un dazio del 7% anziché del 9%. 

Nel frattempo, l'associazione turca dei produttori di elettrodomestici ha affermato che gli attuali dazi doganali e i dazi addizionali sui prodotti piani dovrebbero essere rimossi. 

Sono stati modificati anche i dazi addizionali che erano stati imposti, nel maggio dello scorso anno, su alcuni prodotti piani e tubi al fine di proteggere il mercato interno dagli effetti della pandemia di coronavirus. 

I dazi attualmente in vigore sono riportati nella tabella seguente.

Codice HS

Prodotto

Nuova
aliquota del dazio (%)

7208.3700.90.11

Coils laminati a caldo (importati da rilaminatori e produttori di tubi)

6

7209.1690.90.00

Coils laminati a freddo (importati da produttori di elettrodomestici)

7

7208.90.80.10

Coils laminati a caldo

9

7208.90.80.20

Coils laminati a caldo

9

7209.90.80.29.19

Coils laminati a freddo

0

7225.99.00.00.90

Prodotti piani e legati

0

7229.20.00.00.12

Fili in acciaio legato

0

7229.90.50.00.12

Fili in acciaio legato

0

7229.90.90.00.12

Fili in acciaio legato

0

7304

Tubi (inclusi tubolari strutturali)

0

7306

Tubi (inclusi tubolari strutturali)

0

 


Ultimi articoli collegati

Turchia: prezzi dei coils in calo a causa della bassa domanda

Tubi saldati, prezzi turchi stabili nonostante la bassa domanda

Coils a caldo, offerte competitive dalla Cina per la Turchia

Turchia apre indagine sull'import di coils a caldo da UE e Corea del Sud

UE istituisce dazio antidumping provvisorio sui coils laminati a caldo turchi