Sanzioni UE estese alle importazioni di semilavorati

venerdì, 07 ottobre 2022 10:49:21 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il Consiglio europeo ha adottato la proposta della Commissione europea dell'ottavo pacchetto di sanzioni contro la Russia. Di conseguenza, la Commissione estenderà il divieto di importazione ai semilavorati di acciaio e il divieto di esportazione al carbone provenienti dalla Russia. Tuttavia, esiste un periodo di transizione per le importazioni di semilavorati di acciaio; per le bramme, fino al 1 ottobre 2024 e per le billette fino ad aprile 2024, mentre l'esportazione di carbone sarà subordinata a un periodo di sospensione di tre mesi del contratto esistente firmato prima del divieto.

Per le importazioni di bramme, ci saranno quote di importazione di oltre 3,7 milioni di tonnellate all'anno, mentre per le importazioni di billette, il volume delle quote ammonterà a oltre 600.000 tonnellate in totale.

Questo pacchetto introduce nuovi divieti di importazione per un valore di 7 miliardi di euro al fine di frenare le entrate della Russia, nonché restrizioni all'esportazione, che priveranno ulteriormente il settore militare e industriale di componenti e tecnologie chiave e l'economia russa di servizi e competenze europee, gettando anche le basi per il quadro normativo necessario per implementare il tetto al prezzo del petrolio previsto dal G7, come precedentemente riportato da SteelOrbis. Altre restrizioni all'importazione includono macchinari ed elettrodomestici, plastica, veicoli, tessuti, calzature, pelle, ceramica, alcuni prodotti chimici e gioielli non d'oro.

Nel nuovo pacchetto di sanzioni, sono state sanzionate ulteriori persone ed entità, responsabili di aver minato l'integrità territoriale dell'Ucraina.

Mentre permane il divieto dell'UE di importare greggio russo, il prezzo massimo del petrolio russo per i paesi terzi, che entrerà in vigore dopo il 5 dicembre 2022 per il greggio e il 5 febbraio 2023 per i prodotti petroliferi raffinati, consentirebbe agli operatori europei di intraprendere e sostenere il trasporto di petrolio russo verso paesi terzi. Ciò contribuirà a ridurre ulteriormente i ricavi della Russia, mantenendo al contempo stabili i mercati energetici globali attraverso forniture continue.

L'UE ha inoltre introdotto un nuovo criterio di inserimento nell'elenco, che le consentirà di sanzionare le persone che facilitano le violazioni del divieto di elusione delle sanzioni.


Articolo precedente

Turchia: cambiano le importazioni di billette, possibili problemi nel segmento del rottame

16 dic | Notizie

Cina: importazioni di semilavorati in aumento a settembre

27 ott | Notizie

Iran: export di acciaio in calo nei primi sei mesi dell’anno iraniano

21 ott | Notizie

Iran: produzione di acciaio in aumento nei primi sei mesi dell’anno iraniano

19 ott | Notizie

UE, stop alle importazioni di acciaio ottenuto da semilavorati russi

11 ott | Notizie

Semilavorati, gli esportatori iraniani aumentano i prezzi di circa 5-10 $/t

06 ott | Lunghi e billette

IREPAS: situazione drammatica per il mercato globale dei prodotti lunghi

12 set | Notizie

Effetti ed efficacia delle sanzioni occidentali sul settore siderurgico russo, parte 2

01 lug | Lunghi e billette

Compratori europei attivi nell'import di coils laminati a caldo, bramme e billette

11 mar | Piani e bramme

Iran: produzione siderurgica in calo nei primi dieci mesi dell'anno iraniano

15 feb | Notizie