AFV Beltrame Group annuncia un aumento dei prezzi

lunedì, 03 giugno 2019 12:04:10 (GMT+3)   |   Brescia
       

AFV Beltrame Group ha annunciato un imminente aumento dei prezzi dei laminati mercantili. «La decisione – ha spiegato Enrico Fornelli, Chief Commercial Officer (CCO) del gruppo siderurgico vicentino – è dovuta a un aumento dei costi, determinato a sua volta dalle importanti fermate produttive che abbiamo effettuato negli ultimi mesi. Non ha a che fare con il prezzo del rottame, che in un contesto di mercato non brillante rappresenta solitamente il principale driver, ma che non ha subìto grosse variazioni da inizio anno. Piuttosto che contribuire a demolire i prezzi sul mercato, abbiamo preferito dare uno scossone».

Per il gruppo, leader a livello europeo nella produzione di laminati mercantili, il 2019 sarà un anno di decisioni importanti anche sotto altri aspetti. Dopo un periodo di ristrutturazione che ha portato a diversi cambiamenti interni, l'azienda si trova ora nella condizione ideale per decidere come e dove investire per continuare ad essere leader sul mercato. «Abbiamo ben chiare – ha sottolineato Fornelli – varie opportunità e varie soluzioni che sono al momento oggetto di discussione all'interno dell'azienda. Sono certo che il consiglio d'amministrazione deciderà per il meglio, con l'obiettivo di migliorare ulteriormente la gamma di offerta e il servizio ai clienti».

Il 2018 per il gruppo è stato un anno da incorniciare, con volumi di vendita in aumento dell'1,6% e un risultato operativo positivo in crescita di quasi il 30%. Il coronamento di un periodo in cui l'azienda si è dotata di una forte struttura manageriale, ha migliorato costi operativi e qualità di produzione e ha raggiunto infine un ottimo stato di salute. «Come tutti, abbiamo goduto di una congiuntura internazionale positiva – ha ammesso Fornelli – ma hanno aiutato anche i cambiamenti avvenuti internamente all'azienda un po' in tutti i settori, dalla produzione alla logistica fino alle vendite. Per quanto mi riguarda, ho cercato di privilegiare la qualità della vendita, senza rincorrere a tutti i costi il prezzo sul mercato. L’ultimo bilancio, uno dei migliori della storia di Beltrame, ha confermato la validità di questa strategia».

Parlando invece all'anno in corso, il direttore commerciale di Beltrame ha riconosciuto che il 2019 è iniziato con qualche difficoltà per diversi motivi, sia psicologici sia oggettivi. Tra questi, i dazi, i timori legati alla Brexit, il rallentamento dell'economia europea in generale. «Tuttavia – ha aggiunto – dipende molto da ciò a cui si è abituati e dal settore in cui si lavora. Il nostro ha subito dei rallentamenti, ma non particolarmente forti dal momento che il prodotto non è in espansione. Per noi l'anno non è partito bene soprattutto in Italia, dove la maggior parte dei clienti chiede di ricevere il materiale in tempi brevissimi. Una circostanza – ha sottolineato – che conferisce un peso sempre maggiore alla logistica». E se il mercato italiano non brilla, quello spagnolo sorride. «Abbiamo notato un rallentamento anche in Germania, mentre continuiamo a godere della stabilità delle vendite in altre aree, come quella scandinava, e abbiamo registrato addirittura miglioramenti in paesi come la Spagna. Pertanto, quando tiriamo le somme a fine mese ci accorgiamo che le cose non sono andate male come ci aspettavamo».

Stefano Gennari


Tags:
lam. mercantili , prod. lunghi , Italia , Europa , Unione Europea | articoli simili »