Rottame: prezzi stabili in Turchia, ancora buona la domanda

mercoledì, 10 novembre 2021 13:48:45 (GMT+3)   |   Istanbul
       

I prezzi dell'HMS I/II 80:20 sono rimasti stabili in Turchia negli ultimi giorni, fatta eccezione per quelli del materiale proveniente dalla regione baltica, che hanno fatto segnare una lievissima diminuzione. 

Secondo quanto appreso da SteelOrbis, un produttore della regione turca di Marmara ha ordinato da San Pietroburgo 20.000 tonnellate di HMS I/II 80:20 a 497 $/t CFR e 10.000 tonnellate di bonus scrap a 517 $/t CFR, con spedizione a dicembre.

Lo stesso acquirente ha ordinato dalla Svezia un carico costituito da HMS I/II 80:20 a 500 $/t CFR e frantumato a 520 $/t CFR, sempre con spedizione a dicembre. Prima di questi scambi, il prezzo dell'HMS I/II 80:20 in partenza dal Mar Baltico si attestava a 498-500 $/t CFR Turchia

Inoltre, secondo indiscrezioni, lo stesso produttore la scorsa settimana avrebbe ordinato dell'HMS I/II 80:20 proveniente dal Regno Unito al prezzo di 495 $/t CFR. Questa transazione non è stata confermata al momento della pubblicazione, tuttavia la maggior parte delle fonti la considera come realmente avvenuta. Attualmente il prezzo del rottame europeo si attesta a 491-495 $/t CFR Turchia

Con questi scambi, il produttore in questione ha già ordinato cinque carichi "deep sea" per il mese di dicembre. Secondo alcune fonti, potrebbe effettuare un altro ordine prima di passare agli acquisti per il mese di gennaio. «I fornitori della regione baltica hanno quasi completato le vendite di dicembre», ha commentato una fonte, aggiungendo che «potrebbero essere disponibili soltanto uno/due carichi ancora». Nel frattempo, i fornitori statunitensi sono ancora silenziosi. 
Un paio di grossi produttori turchi a breve completerà gli acquisti di dicembre, tuttavia altre acciaierie dovranno ordinare altri carichi. Pertanto, si registra ancora una buona domanda di rottame in Turchia. Allo stesso tempo non si osserva ancora una carenza di materiale, tuttavia i prezzi sono in rialzo negli Usa e nell'Ue. Nella valle dell'Ohio negli Usa i prezzi dell'HMS sono aumentati di circa 65 $/t, quelli del frantumato e del P&S di 70 e 60 $/t rispettivamente. Intanto, i fornitori europei hanno riferito di prezzi in aumento di 20-30 €/t. Di conseguenza, il mercato internazionale del rottame resta forte e i prezzi non dovrebbero subire diminuzioni nel prossimo periodo. 


Articolo precedente

Europa, export: in aumento il rottame verso la Turchia, dai Paesi baltici a 426 $/t CFR

03 feb | Rottame e materie prime

Turchia: chiuso un accordo di rottame dall’UE a 417 $/t CFR

02 feb | Rottame e materie prime

Turchia: nuovo aumento dei prezzi import del rottame, il sentiment è ancora forte

02 feb | Rottame e materie prime

Turchia, i prezzi del rottame deep sea raggiungono 420-422 $/t nei nuovi accordi

31 gen | Rottame e materie prime

Il rottame europeo in Turchia sale a 414 $/t CFR

30 gen | Rottame e materie prime

EUROFER chiede all’UE di includere i rottami nell’elenco delle materie prime critiche

27 gen | Notizie

Giappone, scendono le esportazioni di rottami nel 2022

27 gen | Notizie

Rottame: in Turchia leggero aumento dei prezzi in un altro accordo dagli USA

26 gen | Rottame e materie prime

Stabile il mercato locale del rottame in Italia

26 gen | Rottame e materie prime

Rottame: Turchia acquista rottame dall’UE a 407 $/t CFR, quotazioni deep sea ancora in aumento

26 gen | Rottame e materie prime