Rottame, le acciaierie turche chiedono volumi aggiuntivi nell'ambito di vecchi contratti

mercoledì, 11 dicembre 2019 18:03:56 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Proseguono le trattative tra fornitori di rottame della regione baltica e compratori turchi. Secondo diverse fonti, le acciaierie turche sono interessate ad acquistare volumi aggiuntivi nell'ambito di contratti chiusi in precedenza. 

Due fornitori della regione baltica hanno venduto volumi extra nell'ambito di vecchi contratti a un'acciaieria della regione turca di Izmir. Uno dei fornitori ha fornito 15.000 tonnellate aggiuntive e il prezzo dell'HMS I/II 80:20 è stato pari a 293 $/t CFR. Il prezzo fissato dall'altro fornitore è stato lo stesso ma i quantitativi sono stati inferiori. Il precedente scambio confermato tra regione baltica e Turchia, risalente al 9 dicembre, era stato caratterizzato da un prezzo di 289,25 $/t CFR. Ciononostante, diverse fonti avevano riportato il rumor di una successiva vendita a un prezzo leggermente superiore ai 290 $/t CFR. 

Le fonti hanno riferito che in questi giorni diverse acciaierie turche hanno cercato di acquistare volumi aggiuntivi nell'ambito degli scambi precedentemente conclusi per le spedizioni di dicembre. Esse prevedono infatti una carenza d'offerta legata ai carichi con spedizione nella prima metà di gennaio. I fornitori di rottame godranno di un vantaggio sotto il profilo dei costi di spedizione dal momento che il materiale aggiuntivo sarà spedito insieme a quello venduto in precedenza. 


Ultimi articoli collegati

Prezzi del rottame invariati sul mercato turco

Turchia: stabili i prezzi del rottame da cantieristica navale

Rottame, stabile il prezzo import in Turchia

Produttore turco ordina rottame dal Canada 

Rottame, prezzo in aumento in un nuovo scambio USA-Turchia