USA: i prezzi dei coils a freddo si indeboliscono ulteriormente

venerdì, 14 settembre 2018 15:18:43 (GMT+3)   |   San Diego
       

Secondo quanto appreso da SteelOrbis, nel mercato statunitense i prezzi dei coils laminati a freddo (CRC) sono calati ulteriormente rispetto ad una settimana (-11 $/t in corrispondenza dei minimi), posizionandosi tra i 940 e i 980 $/t franco produttore. 

La maggior parte degli operatori interpellati ritiene che i prezzi continueranno ad indebolirsi nelle prossime settimane, mentre qualcuno crede che essi potrebbero toccare presto il fondo. L'andamento dei prezzi sembra dipendere soprattutto dagli arrivi sull'import: "Tutti avevano previsto che con l'arrivo di importazioni a basso costo, i prezzi interni sarebbero diminuiti - ha spiegato una fonte -. Tuttavia, credo che nessuno avesse previsto che Trump avrebbe raddoppiato i dazi sulle importazioni turche. Questo materiale ha trovato altre destinazioni o arriverà a costi di gran lunga superiori a quelli previsti. Sarà interessante capire quale sarà l'impatto sui prezzi interni". 

Nel frattempo, i prezzi dei CRC importati da Vietnam e Messico continuano ad attestarsi a 970-992 $/t, rispettivamente a condizioni DDP porti del Golfo USA e FOB Houston.


Ultimi articoli collegati

USA: forte incremento delle importazioni di acciaio tra marzo e aprile

USA: prezzi degli zincati a caldo stabili da inizio maggio

USA: produttori di acciai piani annunciano un nuovo aumento di prezzo

Esportazioni statunitensi di coils a freddo in calo a febbraio

USA: import di lamiera tagliata a misura in crescita tra febbraio e marzo