Italia: scarso interesse per l'import di coils a caldo

giovedì, 30 maggio 2019 12:32:13 (GMT+3)   |   Brescia
       

Resta debole l'interesse dei compratori italiani di coils laminati a caldo (HRC) nei confronti delle offerte di importazione. Gli aumenti di prezzo annunciati dai produttori europei e l'abbassamento del dazio USA sulle importazioni di acciaio turco hanno portato nell'ultimo periodo a un rialzo delle offerte provenienti dalla penisola anatolica. Fonti di mercato hanno riferito che le offerte turche si attestano oggi a circa 540-550 $/t CFR Italia, un prezzo che "non funziona": sul nazionale le quotazioni, seppur in rialzo, restano più vantaggiose a fronte dei ridotti tempi di consegna, mentre per l'import si parla di spedizioni a fine giugno/inizio luglio. 
Nel frattempo, il mercato italiano ed europeo in generale resta inaccessibile agli esportatori indiani, che stanno offrendo HRC a prezzi addirittura superiori a quelli turchi.


Ultimi articoli collegati

Cina: prezzi di cromo e ferrocromo – settimana 4

In calo le importazioni statunitensi di tubi strutturali a novembre

Coils zincati a caldo, stabili le offerte indiane

Coils a caldo, possibili sconti sui prezzi da parte dei produttori turchi per l'Italia

ArcelorMittal annuncia lo stato di forza maggiore in Francia