Coils a caldo: stabili le offerte dalla Cina, peggiora il mercato interno

mercoledì, 13 ottobre 2021 11:30:41 (GMT+3)   |   Shanghai
       

I prezzi dei coils laminati a caldo (HRC) offerti dalla Cina all'estero sono rimasti invariati nella settimana. Intanto sul mercato interno cinese le quotazioni sono aumentate significativamente venerdì scorso, primo giorno lavorativo dopo le festività locali, mentre hanno cominciato a calare ieri, 12 ottobre. Il clima è peggiorato recentemente a causa delle notizie di un probabile allentamento delle restrizioni alla produzione nel paese, circostanza che porterebbe a un incremento dell'offerta di HRC. 

Attualmente le principali acciaierie cinesi offrono HRC SS400 con aggiunta di boro al prezzo di 940-960 $/t FOB per le spedizioni di novembre. «Le offerte all'export sono rimaste stabili, ma sono state registrare pochissime transazioni» ha affermato un trader internazionale. 

I prezzi di transazione nel caso dei coils SS400 sono ammontati a 920 $/t fOB o poco più, tuttavia nel Sud-est asiatico l'interesse è rimasto scarso. Allo stesso tempo i prezzi degli HRC SAE1006 offerti dalle piccole acciaierie cinesi e dai trader si sono attestati a 925-930 $/t FOB: 

Come accennato, i prezzi degli HRC in Cina sono aumentati fortemente dopo le festività, per via della maggior domanda e della ripresa delle attività da parte dei rilaminatori. I prezzi dei future sugli HRC sono cresciuti inizialmente sullo Shanghai Futures Exchange, mentre hanno fatto registrare un ribasso del 3,52% ieri 12 ottobre. Il peggioramento del sentiment è dovuto alle recenti dichiarazioni del premier Li Keqiang in tema di approvvigionamento energetico. 

Ieri 12 ottobre i prezzi degli HRC nel mercato cinese sono calati di 15 RMB/t (2,3 $/t), ammontando a 5.810-5.910 RMB/t (901-917 $/t) franco magazzino. Ciononostante, sono risultati di 125 RMB/t (19,4 $/t) più alti rispetto allo scorso 28 settembre.

Sempre ieri, il prezzo dei future sugli HRC sullo Shanghai Futures Exchange è sceso di 47 RMB/t rispetto al 28 settembre e di 211 RMB/t rispetto all'11 ottobre, ammontando a 5.624 RMB/t (872 $/t). 

1 $ = 6,4447 RMB


Articolo precedente

Coils a caldo: gli esportatori indiani puntano a prezzi più alti, mood migliore

25 nov | Piani e bramme

Sudest asiatico: acciaierie attive nell’export di bramme, l’import si concentra su altre fonti

24 nov | Piani e bramme

Cina: in calo le scorte dei principali prodotti siderurgici finiti

24 nov | Notizie

Coils a caldo europei: i prezzi sembrano aver toccato il fondo, ma è ancora in dubbio l’aumento

23 nov | Piani e bramme

Coils a caldo, India: esportatori di nuovo competitivi nell'UE e nel Golfo dopo il ritiro della tassa sull'esportazione

22 nov | Notizie

India, coils a caldo: stabili i prezzi locali, ma si fa sentire il sentiment negativo

21 nov | Piani e bramme

Cina, lamiere d'acciaio: prezzi export stabili in seguito ad aumenti locali

21 nov | Piani e bramme

Cina, coils a caldo: produzione in crescita nel periodo gennaio-ottobre

18 nov | Notizie

Zincati a caldo, Cina: prezzi export in rialzo sulla scia dei laminati a caldo e a freddo

17 nov | Piani e bramme

Coils a caldo: i fornitori asiatici continuano a tagliare i prezzi in Europa

17 nov | Piani e bramme