Coils a caldo, offerte indiane in rialzo nonostante il rallentamento degli scambi

martedì, 20 aprile 2021 17:41:20 (GMT+3)   |   Calcutta
       

I produttori indiani di coils laminati a caldo (HRC) hanno cercato di aumentare ulteriormente i prezzi all'export negli ultimi sette giorni, tuttavia le vendite ai prezzi più alti sono state rare e hanno riguardato esclusivamente il mercato dell'UE. Le offerte dall'India si attestano a 880-1.000 $/t FOB, risultando in rialzo di 20-40 $/t rispetto a una settimana fa. Come accennato, il prezzo si è avvicinato ai 1.000 $/t FOB solo nelle vendite verso l'UE, che tuttavia sono state scarse a fronte del fatto che l'India ha esaurito la propria quota. 

Ciononostante, gli ordini dall'UE non si sono fermati, e sono state registrate alcune trattative al di sopra dei 1.050 $/t CFR (circa 1.000 $/t FOB) sulle spedizioni di luglio.

Secondo quanto appreso da SteelOrbis, recentemente un'acciaieria integrata dell'Orissa ha venduto 30.000 tonnellate di HRC con spedizione a giugno/luglio al prezzo di 880-885 $/t FOB. Dal momento che il trasporto ammonta a non meno di 40 $/t, il prezzo corrisponde a 920-930 $/t CFR. Alcune fonti ritengono tuttavia che lo scambio sia stato chiuso circa dieci fa. 

Nell'ultima settimana i compratori europei si sono concentrati principalmente sugli acquisti locali, tuttavia un trader ha acquistato coils indiani a 930 $/t CFR. In Asia è stato registrato soltanto un piccolo scambio al prezzo di 865-870 $/t FOB, con spedizione a giugno. Tuttavia, non si è tenuto conto di questa transazione nel prezzo di riferimento dal momento che si è trattato di una vendita a un acquirente a lungo termine. Per ora i principali produttori indiani stanno chiedendo un prezzo di almeno 900 $/t FOB in Asia e si aspettano che i compratori lo accetteranno vista la carenza d'offerta sul mercato. 

Secondo le fonti intervistate, le acciaierie indiane continueranno a beneficiare di buoni margini di profitti all'export, in particolare in Asia, dal momento che la rupia si è indebolita raggiungendo il valore minimo degli ultimi otto mesi rispetto al dollaro. 

«In generale i prezzi all'export continueranno a crescere dal momento che le vendite di HRC indiani sono più competitivi, anche a dispetto del fatto che sono ricominciate le vendite dalla Cina» ha affermato il rappresentante di un produttore indiano. 


Articolo precedente

Regno Unito, pubblicati i risultati sulle misure di salvaguardia sull'acciaio

24 giu | Notizie

UE, i prezzi degli HRC scendono ulteriormente, si attendono altri ribassi

23 giu | Piani e bramme

Cina, crollano i prezzi dei coils zincati a caldo e altri acciai piani

23 giu | Piani e bramme

Romania, prezzi degli acciai piani in calo

23 giu | Piani e bramme

Cina, prezzi export in calo per i coils laminati a freddo

22 giu | Piani e bramme

Coils a caldo, Turchia: continua il calo nel marcato locale e di importazione

22 giu | Piani e bramme

Russia, forti sconti per i coils a caldo venduti in Asia meridionale

22 giu | Piani e bramme

Coils a caldo, India: i tagli dei prezzi non bastano, l’export si ferma

21 giu | Piani e bramme

Cina, export HRC: prezzi in calo a causa della domanda ancora debole

21 giu | Piani e bramme

Cina, il calo dei futures e dei prezzi locali impatta sulle esportazioni di coils a caldo

21 giu | Piani e bramme