Coils a caldo, India: i tagli dei prezzi non bastano, l’export si ferma

martedì, 21 giugno 2022 17:56:24 (GMT+3)   |   Calcutta
       

Dopo alcuni trasporti verso Vietnam e Golfo, si fermano i progressi nelle trattative per i coils laminati a caldo (HRC) provenienti dall’India. Secondo quanto appreso da SteelOrbis, infatti, nonostante i fornitori abbiano ulteriormente diminuito i prezzi, gli acquirenti chiedono ancora tagli.

Le acciaierie indiane hanno abbassato i prezzi degli HRC in acciaio al boro SAE1006 a 690-720 $/t FOB: la fascia inferiore del range risulta in calo di 5 $/t, mentre la fascia superiore è scesa di 10 $/t rispetto alla fine della scorsa settimana. Tuttavia, le acciaierie non sono riuscite a concludere nuovi accordi dopo quelli della scorsa settimana, in quanto gli acquirenti sono alla ricerca di prezzi inferiori e la concorrenza è in generale aumentata a causa delle basse offerte provenienti dalla Cina.

«I prezzi degli HRC si sono indeboliti nella maggior parte delle aree geografiche nel corso della scorsa settimana» ha dichiarato un funzionario di un’acciaieria privata. «C’è grande disponibilità di materiale in buona parte dei mercati asiatici. I fornitori indiani stanno continuando ad abbassare i prezzi per spingere le vendite all’estero, ma in destinazioni chiave come il Golfo la domanda per il materiale indiano risulta bloccata».

«Il successo iniziale delle acciaierie indiane nello spingere all’estero gli HRC in acciaio legato, esenti da tasse all’esportazione, sembra sfumare» ha continuato. «Nel Golfo, gli acquirenti hanno già diverse scorte».

Nelle ultime due settimane le esportazioni sono state sostenute a bassi livelli da alcuni accordi per gli HRC in acciaio legato da parte di acquirenti in Vietnam. Come riportato da SteelOrbis, l’ultima transazione verso il Vietnam è stata effettuata a 738 $/t CFR (o 708 $/t FOB), ma da allora il livello di prezzo indicativo per i coils provenienti dall’India verso il Vietnam è sceso a 725 $/t CFR (695 $/t FOB). Tuttavia, anche i livelli inferiori risultano già troppo alti per gli acquirenti vietnamiti, dato che il livello negoziabile per gli HRC SAE dalla Cina è già scivolato, nella migliore delle ipotesi, a 705 $/t CFR.

L’ultimo accordo per gli HRC in acciaio al boro provenienti dall’India per il produttore di tubi negli Emirati Arabi Uniti è stato riportato a 770 $/t CFR (circa 720 $/t FOB), in calo di 780 $/t CFR o più rispetto alla precedente stima della settimana scorsa. L’ultima offerta agli Emirati Arabi da parte di uno dei fornitori indiani sembra ammontare, a testimoniare il continuo ribasso, a 760 $/t CFR o 710 $/t FOB.

Le offerte di HRC dall’India verso la Turchia sono scese a 750-760 $/t CFR. Tuttavia, finora non sono state segnalate nuove trattative poiché il mercato non si è ancora stabilizzato.


Articolo precedente

Giappone, esportazioni di acciaio in aumento a gennaio

01 mar | Notizie

Giappone, HRC: gli esportatori riducono leggermente i prezzi a causa della maggiore concorrenza di febbraio

29 feb | Piani e bramme

UE, coils a caldo: prezzi locali verso i 700 €/t, scarso interesse per l'import

29 feb | Piani e bramme

Emirati Arabi, coils a caldo: rallenta il commercio mentre il sentiment si attenua sulle offerte di importazione

28 feb | Piani e bramme

Vietnam, coils a caldo: Formosa taglia le offerte per i grossi acquirenti locali, umore ancora negativo sui mercati ...

28 feb | Piani e bramme

Cina, CRC: i prezzi di offerta scendono a causa della lentezza del commercio, più bassi i prezzi nazionali

28 feb | Piani e bramme

Turchia, coils laminati a caldo: calo in tutti i segmenti del mercato

28 feb | Piani e bramme

Cina, coils a caldo: continuano a scendere i prezzi export, ma la tendenza potrebbe invertirsi a causa del rialzo dei ...

27 feb | Piani e bramme

India, coils laminati a caldo: prezzi corretti al ribasso per la forte concorrenza, le acciaierie puntano ad aumentare ...

27 feb | Piani e bramme

Cina, scorte dei principali prodotti siderurgici finiti in aumento a metà febbraio

27 feb | Notizie