Coils a caldo: esportatori dei paesi CIS cedono alle pressioni dei compratori

mercoledì, 30 giugno 2021 10:16:52 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Tra i temi discussi questa settimana tra gli operatori del mercato siderurgico globale c'è stato quello delle vendite da parte dei fornitori della regione CIS di coils laminati a caldo (HRC) a basso prezzo e il loro possibile impatto sui prezzi internazionali. Inoltre, gli stessi operatori stanno ancora valutando le conseguenze dei dazi all'export recentemente introdotti in Russia

Secondo quanto appreso da SteelOrbis, un fornitore ucraino ha venduto complessivamente 40.000 tonnellate di HRC in Turchia alla fine della scorsa settimana, a prezzi tra i 975 $/t CFR (per coils piccoli) e i 1.005 $/t CFR (per coils grandi). Le trattative erano partite da una base di 1.000-1.020 $/t CFR. 

Un'acciaieria russa sta puntando a un prezzo di 990 $/t FOB, mentre un altro produttore ha chiesto 1.000 $/t CFR Turchia, prezzo in calo di 50 $/t rispetto a una settimana fa. «Nessuno acquisterà a prezzi più alti di 950-980 $/t CFR, perché sicuramente scenderanno», ha commentato una fonte. Nel frattempo, nel mercato turco i prezzi degli HRC sono diminuiti di 20 $/t, a 1.100 $/t franco produttore. Inoltre, i compratori dovrebbero riuscire ad ottenere sconti aggiuntivi. 

Oggetto di discussione è stata anche una grossa vendita di HRC dai paesi CIS al Vietnam al prezzo di 855 $/t CFR (con costi di trasporto stimati in circa 30 $/t). «Dovrebbe trattarsi di grossi volumi, circa 70-100mila tonnellate», ha affermato un trader. Inoltre, secondo indiscrezioni un'acciaieria russa avrebbe venduto HRC a prezzi relativamente bassi in America Latina e Nord Africa, tuttavia non sono circolati ulteriori dettagli al riguardo. 

Infine, il produttore russo Severstal ha mantenuto le proprie offerte a quota 1.100 $/t FOB per il Sud Europa e a 1.240 $/t FOB per il Nord Europa. 


Articolo precedente

Europa, coils laminati a caldo: prezzi ancora stabili, lento il commercio locale e import

30 set | Piani e bramme

Coils a caldo: importazioni indiane in aumento, prezzi competitivi

28 set | Piani e bramme

Coils a caldo, Cina: offerte export ancora in calo nonostante il recupero dei prezzi locali e dei future

27 set | Piani e bramme

India, coils laminati a caldo: le acciaierie si concentrano sulle vendite locali

27 set | Piani e bramme

Coils a caldo, Turchia: gli acquirenti locali preferiscono importare a prezzi inferiori

27 set | Piani e bramme

Emirati Arabi, import coils a caldo: commercio ancora fiacco, i fornitori indiani in attesa

23 set | Piani e bramme

Coils a caldo, UE: prezzi stabili, ma scorte elevate e scarsa domanda

22 set | Piani e bramme

Cina, coils a freddo: deboli i prezzi export

22 set | Piani e bramme

Turchia: dall'Asia arrivano più offerte di coils laminati a caldo

22 set | Piani e bramme

Coils laminati a caldo, Giappone: prezzi export stabili e ancora competitivi

22 set | Piani e bramme