Coils a caldo, due produttori russi su tre ancora inattivi sull'export

giovedì, 02 luglio 2020 17:33:00 (GMT+3)   |   Istanbul
       

La maggior parte degli esportatori russi di coils laminati a caldo (HRC) inizierà ad offire materiale per agosto soltanto a partire dalla prossima settimana. Ciononostante, alcuni produttori sono già riusciti a chiudere qualche vendita nelle ultime due settimane. 

Secondo quanto appreso da SteelOrbis, MMK ha "testato" il mercato con offerte a 410 $/t FOB (o 425 $/t CFR Turchia) a partire dalla fine della scorsa settimana, senza tuttavia registrare alcun riscontro da parte dei compratori turchi. In Egitto tuttavia sono state rilevate offerte d'acquisto al livello di 400 $/t FOB. Attualmente MMK non sta proponendo alcun prezzo ufficiale. Il produttore punta a destinare all'esportazione circa 100.000 tonnellate di HRC nel mese di agosto. Come già riportato da SteelOrbis, la produzione di luglio di MMK è stata venduta principalmente sul mercato interno russo. Entro la fine di luglio il produttore dovrebbe riavviare la sua mill 2500, circostanza che dovrebbe portare a un incremento della disponibilità di materiale per il mese di settembre. 

NLMK, altro produttore russo, è ancora fuori dal mercato e non sembra avere alcuna fretta di avanzare offerte di prezzo. Secondo diverse fonti, uno dei motivi è che per agosto la disponibilità di NLMK sarà inferiore a 50.000 tonnellate e molto probabilmente il produttore non vorrà venderla a prezzi troppo bassi. 

Severstal nel frattempo ha effettuato vendite nell'UE nelle ultime due settimane, principalmente al prezzo di 420-430 $/t FOB mar Baltico (anche per gli ordini pendenti di luglio). Le ultime transazioni, riguardanti la produzione di agosto, sono state caratterizzate da prezzi pari o superiori ai 445 $/t FOB. Per il mese di agosto si stima un volume destinato all'export inferiore alle 100.000 tonnellate da parte di Severstal.

Nel complesso le acciaierie russe stanno ancora beneficiando di una buona domanda interna di HRC. Secondo fonti locali, i prezzi degli HRC in russia si attestano a 37.500-39.000 rubli la tonnellata CPT Mosca, vale a dire 445-463 $/t CPT escludendo l'IVA al 20% e sulla base di un tasso di cambio dollaro/rublo pari a 70,2. A metà giugno i prezzi in dollari erano di 5-10 punti più bassi. 

L'offerta russa di HRC per l'export ad agosto dovrebbe ammontare a 220.000-230.000 tonnellate ed essere più o meno stabile nel corso del mese. Il calo dell'offerta da parte di Severstal e NLMK dovrebbe essere compensato infatti dal ritorno di MMK. 


Ultimi articoli collegati

Coils a caldo, Severstal ottiene prezzi ancora più alti nell'Ue

Cina: dopo i forti rialzi crollano i prezzi dell'acciaio nei mercati spot e dei future

Coils a caldo, produttori russi quasi "sold out" per giugno

JSW Steel USA firma accordo con ATI per la conversione di bramme in coils a caldo

Metinvest, produzione di ghisa in crescita nel primo trimestre