USA: import di HRC a +15,7% a settembre

martedì, 02 novembre 2021 12:42:14 (GMT+3)   |   San Diego
       

A settembre di quest'anno le importazioni dagli Stati Uniti di coils laminati a caldo (HRC) sono ammontate a 494.998 tonnellate. Secondo quanto riferito dal Dipartimento del Commercio USA, si è registrato un aumento del 15,7% rispetto a agosto e un incremento del 190,8% rispetto a settembre 2020. In termini di valore, le stesse importazioni di HRC sono ammontate a 344,8 milioni di dollari, contro i 300,1 milioni del mese precedente e i 70,8 milioni di settembre 2020.

La maggior parte dei volumi è stata importata dal Canada: 258.418 tonnellate, rispetto alle 221.226 di agosto e alle 61.258 di settembre 2020. Seguono la Corea del Sud (31.073 t), la Turchia (28.224 t, il Messico (25.568 t) e i Paesi Bassi (17.491 t). 


Articolo precedente

Emirati Arabi, import coils a caldo: commercio ancora fiacco, i fornitori indiani in attesa

23 set | Piani e bramme

Coils a caldo, UE: prezzi stabili, ma scorte elevate e scarsa domanda

22 set | Piani e bramme

Cina, coils a freddo: deboli i prezzi export

22 set | Piani e bramme

Turchia: dall'Asia arrivano più offerte di coils laminati a caldo

22 set | Piani e bramme

Coils laminati a caldo, Giappone: prezzi export stabili e ancora competitivi

22 set | Piani e bramme

Coils a caldo, gli esportatori indiani insistono su prezzi più alti nonostante la mancanza di acquisti

21 set | Piani e bramme

Cina, coils a caldo: produzione in crescita nel periodo gennaio-agosto

21 set | Notizie

Coils a caldo, Cina: aumenta il divario tra le offerte export delle acciaierie e i prezzi delle trattative

20 set | Piani e bramme

Bramme, Asia: tagli alle offerte d’acquisto

20 set | Piani e bramme

Laminati a caldo, Romania: prezzi perlopiù stabili

20 set | Piani e bramme