Turchia: in crescita l'import di coils a freddo nei primi cinque mesi

giovedì, 23 luglio 2020 11:39:11 (GMT+3)   |   Istanbul
       

A maggio di quest'anno le importazioni di coils a freddo (CRC) in Turchia sono diminuite del 32% su base annua mentre sono cresciute del 61,6% su base mensile, attestandosi a 50.303 tonnellate. È quanto si apprende dagli ultimi dati dell'Ufficio di statistica turco (TUIK). In valore, l'import ha generato 28 milioni di dollari, registrando un calo del 35,8% su base annua, ma una crescita del 55,2% su base mensile.

Nei primi cinque mesi del 2020 la Turchia ha importato 315.010 tonnellate di CRC, dato in aumento del 7,21% annuo, mentre il valore delle stesse importazioni è diminuito del 9,1% a 164,43 milioni di dollari. 

Nel periodo in oggetto la Turchia ha importato 152.785 tonnellate di CRC dalla Russia, dato che ha fatto segnare una flessione del 4,32% su base annua. La seconda fonte di importazioni è stata la Corea del Sud con 38.060 tonnellate.  

Di seguito, l'elenco dei principali paesi fornitori di CRC per la Turchia nei primi cinque mesi del 2020.

Paese 

Volume (t) 

  

  

  

  

  

  

Gennaio-maggio 2020 

Gennaio-maggio 2019 

Var. (%) 

Maggio 2020 

Maggio 2019 

Var. (%)

Russia

152.785

159.685

-4,32

16.484

29.850

-44,78

Corea del Sud

38.060

3.953

-

9.525

1.127

-

Belgio

35.504

22.749

56,07

726

5.707

-87,28

Romania

27.161

28.197

-3,67

832

8.237

-89,9

Cina

18.418

6.999

163,15

-

-

-

Ucraina

10.930

6.757

61,76

1.471

3.876

-62,05

Paesi Bassi

9.633

9.125

5,57

956

1.659

-42,37

Italia

9.259

11.937

-22,43

4.107

8.186

-49,83

Giappone

3.523

15.765

-77,65

3.522

-

-

Germania

1.945

14.029

-86,14

514

9.766

-94,74


Ultimi articoli collegati

Coils a freddo, importazioni in crescita in Turchia nei primi sette mesi

Turchia: in calo l'import di coils a caldo nei primi sette mesi

Coils a caldo, Italia prima destinazione delle esportazioni turche in gennaio-luglio

Turchia: i prezzi dei coils a freddo superano i 600 $/t

Rottame, importazioni in crescita in Turchia nei primi sette mesi