Turchia: importazioni di rottame in lieve aumento nei primi dieci mesi del 2018

martedì, 04 dicembre 2018 15:44:48 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nel periodo gennaio-ottobre di quest'anno le importazioni turche di rottame sono aumentate del 2,6% su base annua, raggiungendo 17,5 milioni di tonnellate. Allo stesso tempo, il loro valore è cresciuto del 25,4%, raggiungendo 6,1 miliardi di dollari. Lo ha comunicato l'associazione dei produttori siderurgici turchi (TCUD). 

Sempre nei primi dieci mesi dell'anno, in Turchia, le importazioni di rottame proveniente da paesi dell'UE sono calate dello 0,5%, a 10,4 milioni di tonnellate; i volumi provenienti dagli Stati Uniti sono cresciuti dell'8,4%, a 3,2 milioni di tonnellate, mentre quelli importati dai paesi CIS si sono attestati a 2,4 milioni di tonnellate, facendo registrare un incremento del 5,7%; variazioni su base annua. Nello stesso periodo, i paesi dell'UE hanno rappresentato il 60% delle importazioni turche di rottame, mentre gli USA e i paesi CIS hanno rappresentato rispettivamente il 18% e il 14% del totale. 


Ultimi articoli collegati

USA annunciano nuovi dazi su prodotti derivati dell'acciaio e dell'alluminio

JSW Steel, utile netto in diminuzione nei primi nove mesi dell'anno fiscale

Cina: prezzi di cromo e ferrocromo – settimana 4

In calo le importazioni statunitensi di tubi strutturali a novembre

Coils zincati a caldo, stabili le offerte indiane