Turchia: a gennaio importazioni di coils a freddo in calo su base annua

lunedì, 18 marzo 2019 13:23:37 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo quanto comunicato dall’ufficio turco di statistica (TUIK), a gennaio di quest’anno le importazioni di coils laminati a freddo (CRC) in Turchia sono ammontate a 43.778 tonnellate, facendo registrare un incremento del 37,2% su base mensile, ma un calo del 25,9% su base annua. In termini di valore, le stesse importazioni si sono attestate a 31,6 milioni di dollari, dato in crescita del 58,2% rispetto a dicembre, ma in calo del 18,6% rispetto a gennaio 2018.

https://dynamic.steelorbis.com/articles/images/en/1552900345.png

Sempre a gennaio, la Russia ha rappresentato la principale fonte di importazione di CRC in Turchia con 21.028 tonnellate. Di seguito sono riportate quelle che sono state le principali fonti di importazione di CRC per la Turchia nel mese di gennaio.  

Paese

Volume (t)

 

 

 

Gennaio 2019

Gennaio 2018

Variaz. annua (%)

Russia

21.028

18.556

+13,32

Giappone

9.876

-

-

Romania

4.181

6.050

-30,89

Paesi Bassi

2.321

2.519

-7,86

Belgio

1.990

10.161

-80,42

Cina

1.898

113

-

 

I principali paesi di importazione sono rappresentati anche nel seguente grafico a torta:

https://dynamic.steelorbis.com/articles/images/en/1552900326.png


Ultimi articoli collegati

Coils a caldo, crescono le offerte da Europa e India verso la Turchia

Dalbeler (Colakoglu): gli esportatori turchi cercheranno nuovi mercati 

Turchia: importazioni di coils a caldo in calo nei primi quattro mesi

Turchia: importazioni di coils a freddo in crescita nei primi quattro mesi

Turchia: export di coils a caldo in forte calo, l'Italia resta la prima destinazione