Tata Steel smentisce la possibile vendita degli asset britannici a Jingye

mercoledì, 07 ottobre 2020 10:42:58 (GMT+3)   |   Brescia
       

Tata Steel Europe, divisione europea del colosso indiano dell'acciaio, ha smentito le voci di una possibile vendita dei suoi asset britannici al gruppo cinese Jingye. «Vorremmo chiarire che si tratta di una congettura e che non c'è nulla di vero» ha dichiarato un portavoce di Tata intervistato da un portale di settore. 

Nei giorni scorsi la stampa britannica aveva dato risalto alla notizia dell'interesse di Jingye ad acquisire Tata Steel UK, che è proprietaria dello stabilimento di Port Talbot nel Galles meridionale. Il gruppo cinese lo scorso marzo ha acquisito British Steel per 70 milioni di sterline. 


Ultimi articoli collegati

BIR: nel primo semestre consumo di rottame in calo del 10,5% a livello mondiale

Acciaio, Worldsteel prevede un calo della domanda del 2,4% per quest'anno

Ex Ilva, Banzato (Federacciai): sì allo stato traghettatore, non imprenditore

ThyssenKrupp e Wilhelmsen, joint venture per la produzione additiva di ricambi per navi

Regno Unito: gruppo cinese Jingye interessato a rilevare Tata Steel UK