ORI Martin, da Air Liquide tubazione interrata per l'approvvigionamento di gas

venerdì, 13 luglio 2018 09:32:52 (GMT+3)   |   Brescia
       

Air Liquide Italia Produzione, società del Gruppo Air Liquide specializzata nella produzione e nella distribuzione di gas tecnici ai grandi clienti industriali, ha ultimato con successo la realizzazione di una tubazione interrata e avviato la fornitura all'acciaieria ORI Martin di Brescia dei gas indispensabili alla sua attività.
Sviluppata interamente sul territorio del Comune di Brescia, la nuova tubazione interrata si estende per circa 5 km ed ha consentito l'allacciamento dell'acciaieria all'ossigenodotto Air Liquide esistente (tratto Ospitaletto-Brescia). Air Liquide dispone di una rete di tubazioni interrate che si estende per circa 650 km in Sicilia, Sardegna e nel Nord Italia.

Rispetto alla fornitura di gas allo stato liquido attraverso autocisterne, l'approvvigionamento dell'acciaieria tramite tubazione interrata presenta notevoli benefici sul fronte della sicurezza, della viabilità e dell'impatto ambientale, grazie all'eliminazione del transito di circa 1.250 autoarticolati all'anno, con un risparmio stimato in termini di emissioni di CO2 pari a 270 tonnellate all'anno, di ossidi di azoto pari a 2100 kg/anno e di 160 kg annui di particolato. 
Il progetto ha visto inoltre l'utilizzo, per una lunghezza totale di circa 3 km sui 5 complessivi, della particolare tecnica TOC (Trivellazione Orizzontale Controllata), che ha consentito di contenere l'impatto sul territorio riducendo al minimo le zone cantieristiche.

"Siamo estremamente soddisfatti dell'attività svolta per la realizzazione della tubazione interrata dedicata al cliente ORI Martin, e orgogliosi dei benefici che tale fornitura garantisce sul fronte della sicurezza, dell'efficienza, dell'affidabilità e, ovviamente, dell'impatto ambientale" ha dichiarato Roberto Valzasina, direttore commerciale della Business Line Large Industries di Air Liquide in Italia.

Andrea Agnelli, amministratore delegato di ORI Martin, sottolinea: "In Air Liquide abbiamo trovato un partner tecnologico che ha saputo accogliere pienamente tutte le nostre esigenze, portando a conclusione l'ossigenodotto. Con questo impianto ORI Martin aggiunge un'altra tessera al suo costante e convinto impegno per migliorare la sicurezza interna ed esterna e per ridurre l'impatto ambientale, abbassando il numero di automezzi in entrata e in uscita dallo stabilimento".


Ultimi articoli collegati

Assofond: produzione in calo del 28,5% in gennaio-luglio

Italia: rottame in stallo, attese moderatamente rialziste per ottobre

Ulteriori aumenti di prezzo sul mercato europeo dei coils a caldo

Rottame, lieve aumento dei prezzi sul mercato italiano

Energie rinnovabili, firmata intesa tra Creon Capital e JSW Steel Italy