Export di HRC dalla Turchia in declino, l’Italia rimane prima destinazione

mercoledì, 11 dicembre 2019 15:52:55 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Nel mese di ottobre di quest’anno la Turchia ha esportato coils laminati a caldo (HRC) per 260.916 tonnellate, in crescita del 38,1% rispetto a settembre e del 16,6% su base annua, dati pubblicati dall’Istituto di statistica turco (TUIK). Il valore di queste esportazioni è stato pari a 128,9 milioni di dollari, in aumento del 33,7% rispetto a settembre ma in calo del 5,4% rispetto a ottobre 2018.

Nel corso dei primi dieci mesi dell’anno le esportazioni di HRC dalla Turchia sono state pari a 2,62 milioni di tonnellate, in calo del 2,5%, con valore a 1,37 miliardi di dollari, in ribasso del 17,7%, dati su base annua.

L’Italia è stata il principale paese a ricevere gli HRC dalla Turchia, con importazioni per 866.524 tonnellate, il 16% in meno su base annua, seguita dalla Spagna che ne ha importate 508.758 tonnellate, in calo del 9,87% annuo.

Le principali destinazioni degli HRC turchi nei primi dieci mesi dell’anno sono state le seguenti:

Paese

Quantità (t)

 

 

 

 

 

 

Gennaio-ottobre
2019

Gennaio-ottobre
2018

Variaz. annua (%)

Ottobre 2019

Ottobre 2018

Variaz. annua (%)

Italia

866.524

1.032.708

-16,09

85.043

82.950

2,52

Spagna

508.758

564.477

-9,87

77.034

64.502

19,43

Egitto

184.619

78.539

135,07

-

3.024

-99,90

Portogallo

183.478

208.305

-11,92

33.991

31.974

6,31

Belgio

127.595

161.113

-20,80

4.636

-

-

Bulgaria

108.750

55.719

95,18

14.206

2.146

561,98

Grecia

84.016

90.220

-6,88

14.598

6.279

132,49

Vietnam

63.822

-

-

-

-

-

Pakistan

56.969

-

-

-

-

-

Francia

53.911

39.272

37,28

-

3.675

 


Ultimi articoli collegati

Kardemir, volumi di vendita previsti per il trimestre ottobre-dicembre

Coils a caldo: prezzi turchi relativamente stabili, attività ridotte

Mercato dei coils a caldo stabile in Turchia

Turchia: in calo l'import di coils a caldo nei primi sette mesi

Coils a caldo, Italia prima destinazione delle esportazioni turche in gennaio-luglio