Coils a caldo, Italia prima meta delle spedizioni turche a gennaio

mercoledì, 10 marzo 2021 16:06:31 (GMT+3)   |   Istanbul
       

A gennaio 2021 le esportazioni turche di coils a caldo (HRC) sono ammontate a 109.640 tonnellate, facendo registrare diminuzioni del 50,9% rispetto a dicembre e del 59,1% rispetto a gennaio 2020. Ciononostante, l'Italia è rimasta la prima destinazione con 20.484 tonnellate ricevute. Lo ha comunicato l'istituto di statistica turco (TUIK), aggiungendo che il valore generato dalle stesse esportazioni è ammontato a 60,02 milioni di dollari, dato in calo del 50% su base mensile e del 48,6% su base annua. 

Come accennato, la principale destinazione dei coils a caldo è stata l'Italia con 20.484 tonnellate, dato in contrazione dell'85,83% su base annua. All'Italia è seguita la Spagna con 20.208 tonnellate importate. 
Di seguito, l'elenco delle principali dieci destinazioni dell'export turco di coils a caldo nel primo mese di quest'anno. 

Paese

Volume (t)

 

 

 

Gennaio 2021

Gennaio 2020

Variazione (%)

Italia

20.484

144.559

-85,83

Spagna

20.208

13.556

49,07

Sudfrica

20.136

-

-

Pakistan

18.068

-

-

Bulgaria

11.755

15.337

-23,36

Tunisia

5.276

2.802

88,29

Grecia

3.143

9.336

-66,33

Algeria

2.853

8.203

-65,22

Iraq

2.647

3.345

-20,87

Paraguay

2.397

1.979

21,12


Ultimi articoli collegati

Turchia: importazioni di coils a freddo in diminuzione in gennaio-febbraio

Coils a caldo, la Turchia sospende l'indagine contro le importazioni dall'UE

Coils a caldo: crollo dell'export turco, Italia seconda destinazione

Turchia: export di tondo in aumento in gennaio-febbraio

Prosegue il rialzo dei prezzi dei coils a caldo turchi