Coils a caldo: crollo dell'export turco, Italia seconda destinazione

venerdì, 09 aprile 2021 17:11:45 (GMT+3)   |   Istanbul
       

A febbraio 2021 le esportazioni turche di coils a caldo (HRC) sono ammontate a 58.999 tonnellate, facendo registrare diminuzioni del 45,8% rispetto a gennaio e del 71,9% rispetto a febbraio 2019. Lo comunica l'istituto di statistica turco (TUIK), aggiungendo che il valore generato dalle stesse esportazioni è ammontato a 38,64 milioni di dollari, dato in flessione del 34,5% su base mensile e del 60,5% su base annua. 

 
Nei primi due mesi dell'anno la Turchia ha esportato 167.845 tonnellate di HRC, dato in calo del 64,9% annuo, mentre il valore delle stesse esportazioni è sceso del 54,5% a 97,64 milioni di dollari. 
Nello stesso periodo, la Tunisia è stata il primo paese importatore di HRC turchi con 26.463 tonnellate - dato in crescita dell’844,43%, - seguita dall'Italia con 25.261 tonnellate. 

Di seguito, le principali destinazioni delle esportazioni turche di HRC nei primi due mesi del 2020. 

Paese

Quantità (t)

 

 

 

 

 

 

Gen-feb 2021

Gen-feb 2020

Var. annua (%)

Feb 2021

Feb 2020

Var. annua (%)

Tunisia

26.463

2.802

844,43

21.310

-

-

Italia

25.261

219.336

-88,48

4.806

74.778

-93,57

Spagna

23.783

72.450

-67,17

4.192

58.894

-92,88

Sudafrica

20.114

-

-

-

-

-

Pakistan

18.068

-

-

-

-

-

Algeria

17.739

8.269

114,52

14.885

-

-

Bulgaria

11.755

15.945

-26,28

-

608

-

Grecia

9.786

13.194

-25,83

6.642

3.858

72,16

Albania

4.386

6.951

-36,90

4.386

4.221

3,91

Iraq

3.347

6.837

-51,05

699

3.492

-79,98


Ultimi articoli collegati

Turchia: importazioni di coils a freddo in diminuzione a marzo

Turchia: importazioni di coils a caldo in forte crescita a marzo

Coils a caldo, boom delle esportazioni turche a marzo

Turchia: Habaş aumenterà la capacità di produzione di laminati a caldo

Giappone: export di acciaio in aumento a marzo ma in calo nel primo trimestre