Acciai Speciali Terni, rinviato l'incontro con i sindacati sulla cassa integrazione

martedì, 17 settembre 2019 12:13:40 (GMT+3)   |   Brescia
       

Rimandato il vertice che si sarebbe dovuto tenere ieri 16 settembre presso la sede di Confindustria a Terni tra i vertici di Acciai Speciali Terni (AST) e i sindacati per fare chiarezza sull'apertura della cassa integrazione. L'azienda in un comunicato ha spiegato il motivo del rinvio: «Alla luce delle notizie arrivate in questi giorni da Bruxelles, secondo cui la Commissione europea avrebbe deciso di includere anche l'Indonesia nell'elenco dei Paesi in via di sviluppo soggetti alle misure di salvaguardia a tutela dei produttori di acciaio inossidabile, Asti ha richiesto di posticipare di un paio di giorni l'incontro relativo alla cassa integrazione ordinaria». Ancora, l'azienda spiega che la richiesta «nasce dalla necessità di approfondire con attenzione tutti gli impatti che potrà avere questa decisione sul nostro mercato». 

Critiche le segreterie territoriali di Fim, Fiom, Uilm, Fismic e Ugl, che parlano di «ennesimo atteggiamento superficiale», «soprattutto nelle modalità in cui si intendono gestire le relazioni industriali e sindacali». 
Allo stesso tempo, la federazione provinciale Usb e la rsu Usb Ast ritengono «inaccettabile» il rinvio dell'incontro e per questo hanno esteso a tutto lo stabilimento lo sciopero di quattro ore a turno già previsto per ieri oggi, per carenze organizzative, al reparto acciaieria di AST. 

Il nuovo incontro tra management e sindacati è previsto per mercoledì 18 settembre alle 18:00. 


Ultimi articoli collegati

Cessione AST, l'ad Burelli al MiSE: «La trattativa durerà 9-12 mesi»

Patuanelli: «La siderurgia ha bisogno di un piano strategico»

Acciai Speciali Terni, 1 miliardo di euro il valore per la cessione

ThyssenKrupp si riorganizza, Acciai Speciali Terni verso la vendita

Acciai Speciali Terni prolunga la fermata di maggio