Turchia, crollo delle quotazioni del rottame deep sea

giovedì, 29 febbraio 2024 09:53:51 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Con un accordo chiuso ieri, i prezzi di acquisto della Turchia per il deep sea sono crollati di quasi 20 $/t rispetto alla precedente prenotazione confermata dagli Stati Uniti. Questo nuovo accordo ha spinto i prezzi di riferimento del rottame HMS I/II 80:20 sotto la soglia psicologica di 400 $/t CFR Turchia.

SteelOrbis ha appreso che il 27 febbraio un produttore con sede a Smirne ha concluso un accordo dagli Stati Uniti per 18.000 tonnellate di frantumato e 12.000 tonnellate di bonus grade al prezzo medio di 415 $/t CFR. Queste informazioni indicano che i prezzi del rottame HMS I/II 80:20 franco USA sono scesi a 395 $/t CFR, con un premio di 20 $/t.

Il motivo del crollo è l'elevato numero di offerte condivise con la Turchia, provenienti da quasi tutte le regioni fornitrici di rottame. Secondo le fonti, le offerte attuali sul mercato ammontano a circa 15 carichi deep sea. Inoltre, le aspettative negative sul mercato locale del rottame negli Stati Uniti per il ciclo di acquisto di marzo hanno avuto un impatto significativo sui prezzi delle acciaierie turche. SteelOrbis ha già riferito che il mercato locale del rottame statunitense dovrebbe scendere di circa 30 $/t a marzo. Prima di questo accordo, i venditori europei non erano disposti a ridurre le loro offerte alla Turchia al di sotto dei 400 $/t, ma ora la maggior parte degli operatori ritiene che saranno costretti a valutare nuovamente la situazione. Anche le quotazioni di raccolta sul mercato europeo dei rottami si sono mosse al ribasso, attestandosi attualmente intorno ai 325-335 $/t DAP. Le aziende di raccolta dell'UE si aspettano un ulteriore calo dei prezzi nel mese di marzo. La maggior parte delle acciaierie turche intervistate da SteelOrbis ritiene che ci sia più spazio per un calo dei prezzi, anche se dal lato dei venditori alcuni pensano che ci possa essere resistenza da parte dell'UE. Non solo i prezzi del rottame importato in Turchia sono in calo, ma anche altre regioni stanno riducendo le loro offerte d’acquisto per il rottame. Il Pakistan ha abbassato le offerte d’acquisto per il rottame europeo, la domanda di rottame proveniente dall'Egitto è ora più bassa e l'India ha limitato le richieste. Un fornitore di rottame con sede nel Baltico ha dichiarato ieri che «gli attuali prezzi dell'acciaio finito sono il risultato di acquisti di rottame a prezzi più alti e non c'è domanda in Turchia. Pertanto, il rottame è vulnerabile. Ci aspettiamo che i prezzi dell'acciaio finito scendano».

Anche i prezzi del rottame short sea sono scesi a 375-380 $/t CFR, fissati nelle contrattazioni da Bulgaria e Romania. La pressione sul rottame short sea dovrebbe aumentare nel prossimo periodo.


Articolo precedente

Turchia, rottame da cantieristica navale: relativamente stabili i prezzi

22 apr | Rottame e materie prime

Israele, rottame: limite alle esportazioni a causa della disponibilità ridotta

22 apr | Notizie

Messico: in calo le vendite all’ingrosso di rottami metallici a febbraio

22 apr | Notizie

Turchia, rottame: il mercato locale mostra tendenze diverse

19 apr | Rottame e materie prime

Taiwan, rottame: mercato import debole, le acciaierie acquistano billette a basso costo

19 apr | Rottame e materie prime

Italia: prezzi locali del rottame in leggero aumento, previsti ulteriori rialzi per maggio

19 apr | Rottame e materie prime

Rottame: i prezzi dall’Europa in Turchia rimangono buoni, ma il mercato è ancora silenzioso

19 apr | Rottame e materie prime

Bangladesh, rottame: ancora in calo le importazioni dopo le vacanze, i prezzi sono in aumento

18 apr | Rottame e materie prime

L’Australian Steel Institute chiede il divieto di esportazione dei rottami non lavorati

18 apr | Notizie

Pakistan, rottame: aumentano i prezzi import, ma il commercio non riesce a riprendersi dopo le vacanze

17 apr | Rottame e materie prime