Ghisa, mercato internazionale in stallo

venerdì, 03 dicembre 2021 17:29:00 (GMT+3)   |   Istanbul
       

I compratori di ghisa d'affinazione a livello internazionale stanno continuando a rimandare gli acquisti. Allo stesso tempo, i fornitori non sembrano avere fretta di abbassare i prezzi. Di conseguenza, si è registrata calma piatta sotto il profilo degli scambi nell'ultima settimana, fatta eccezione per una vendita dal Brasile verso una destinazione alternativa. 

Nello specifico, diverse fonti hanno riferito di una vendita di 30.000 tonnellate di ghisa brasiliana in Perù con spedizione a febbraio. Il prezzo non è stato reso noto al momento della pubblicazione, tuttavia secondo la maggior parte degli informatori si attesterebbe non oltre i 500 $/t FOB. «I mercati sono in stallo con la Cina che è completamente assente – ha commentato un trader europeo – Tutti noi ci aspettiamo una prosecuzione del trend ribassista. Sarei sorpreso se la ghisa basica brasiliana superasse i 500 $/t FOB». Un altro trader ha affermato che «anche chiudere un ordine a un prezzo di 500 $/t FOB rappresenta una grossa fortuna oggigiorno». Il fornitori brasiliani inizialmente offrivano materiale a 500-510 $/t FOB. 

Secondo indiscrezioni, un produttore ucraino di prima fascia sarebbe pronto a vendere ghisa basica a 520-530 $/t FOB Mar Nero, prezzo in ribasso di 10 $/t rispetto a quelle delle offerte dai paesi CIS rilevate una settimana fa. Allo stesso tempo, un'altra acciaieria ucraina ha preferito abbandonare temporaneamente il mercato. «Venderemmo a 585 $/t CFR Mar Mediterraneo se fossimo sul mercato», ha detto a SteelOrbis il rappresentante della stessa acciaieria. Attualmente il costo del trasporto dai porti del Mar Nero è stimato in circa 30 $/t. Sembra che di recente 10.000-15.000 tonnellate di ghisa siano state vendute dall'Ucraina in Turchia a 560 $/t CFR, tuttavia la maggior parte dei clienti turchi non sembra disposta a pagare un prezzo più alto di 550-560 $/t CFR. La ghisa dal Brasile è invece disponibile al prezzo di 540-550 $/t CFR Turchia

Nel frattempo, i fornitori russi sembrano rimandare la chiusura di nuovi ordini. Aspettano infatti che venga fatta maggiore chiarezza riguardo alla decisione del governo russo sul dazio alle esportazioni che dovrebbe entrare in vigore a gennaio.

Infine, l'India offre ghisa basica a 490-500 $/t FOB, mentre le richieste dei compratori non hanno superato finora i 470-480 $/t FOB. 


Articolo precedente

Assofermet, rottame: preoccupazioni sul costo dei trasporti

06 feb | Notizie

Turchia, ghisa: import in aumento nel periodo gennaio-novembre

26 gen | Notizie

Germania, in calo la produzione di acciaio nel 2022

24 gen | Notizie

Giappone, in calo la produzione di acciaio grezzo a dicembre

23 gen | Notizie

Ucraina, ghisa: in aumento le esportazioni a dicembre

19 gen | Notizie

Cina, acciaio grezzo: produzione in calo nel 2022

17 gen | Notizie

Assofermet, rottami: cauto ottimismo per il nuovo anno

12 gen | Notizie

Brasile, ghisa: export in aumento a dicembre

12 gen | Notizie

Brasile, ghisa basica: gli esportatori puntano a prezzi più alti nelle prossime trattative

22 dic | Rottame e materie prime

Germania: produzione di acciaio grezzo in calo periodo gennaio-novembre

22 dic | Notizie