Coils a caldo, i produttori russi e ucraini alzano i prezzi su gennaio

mercoledì, 11 novembre 2020 12:35:38 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Gli esportatori di coils laminati a caldo (HRC) dei paesi CIS hanno aperto le vendite della produzione di gennaio. La maggior parte di loro ha aumentato i prezzi a fronte delle attuali condizioni di mercato e dei limitati volumi a disposizione. Nel frattempo la competizione resta bassa, specialmente nella regione del Mediterraneo.

Il produttore russo Severstal è focalizzato sul mercato europeo, dove il recente incremento delle attività ha permesso un aumento dei prezzi pari a 10 $/t, fino a 540-545 $/t FOB per i coils grandi. Complessivamente, dall'inizio di novembre, l'azienda ha venduto circa 60.000 tonnellate di HRC, mentre il volume totale della sua produzione di dicembre destinata all'export dovrebbe ammontare a circa 180.000 tonnellate. Recentemente, il produttore è riuscito ad ottenere un prezzo di 550 $/t FOB nelle vendite di 15.000-20.000 tonnellate della propria produzione di gennaio di coils grandi verso l'UE.

MMK ha chiuso le vendite di dicembre dopo aver chiuso scambi in Turchia e in alcuni paesi asiatici. Le nuove offerte relative alla produzione di gennaio si attestano a 520 $/t FOB Mar Nero o 535 $/t CFR Turchia. Le ultime vendite verso la Turchia erano state caratterizzate da prezzi attorno ai 515 $/t CFR (o 500 $/t FOB). 

Anche NLMK ha completato le vendite della produzione di dicembre, nel suo caso pari a 50.000-60.000 tonnellate. La maggior parte dei volumi è stata venduta in Turchia a 530-535 $/t CFR, prezzo nel quale il trasporto ammonta a circa 15 $/t. 10.000 tonnellate di HRC sono state vendute in Egitto a 530 $/t CFR. Attualmente NLMK non sta fornendo prezzi per la propria produzione di gennaio dal momento che preferisce osservare gli sviluppi sul mercato.

Infine, il produttore ucraino Metinvest ha chiuso le vendite di dicembre e ha alzato i prezzi su gennaio di circa 10 $/t nell'ultima settimana. Le sue offerte si attestano a 535 $/t e 545 $/t CFR Turchia, rispettivamente per coils grandi (fino a 30-37 tonnellate) e coils piccoli (16-19 t). «Nel mercato turco i prezzi ammontano a 550 $/t franco produttore e livelli superiori, e si registra una certa carenza di materiale mentre la domanda è buona» ha commentato un trader. 


Ultimi articoli collegati

NLMK Lipetsk: ricevuto da Tenova il primo lotto per la costruzione della nuova linea di zincatura

Coils a caldo: il calo della domanda in Europa spinge Severstal a ridurre i prezzi

Billette CIS: crescono i prezzi, ma la domanda è solo nei mercati più distanti

Coils: i produttori russi abbassano i prezzi

Billette: gli esportatori dei paesi CIS alzano le offerte