Italia: la salvaguardia UE rafforza i prezzi della vergella

venerdì, 20 luglio 2018 16:52:55 (GMT+3)   |   Brescia
       

In Italia i prezzi della vergella da trafila (SAE1006) sono aumentati nel corso delle ultime tre settimane passando dai 520 €/t di fine giugno agli attuali 550 €/t (reso cliente). Secondo le fonti interpellate da SteelOrbis, l'aumento non avrebbe motivazioni tecniche - i prezzi del rottame e delle billette sono rimasti sostanzialmente stabili nel frattempo - ma sarebbe derivato essenzialmente dalle aspettative createsi in vista dei risultati preliminari dell'inchiesta di salvaguardia della Commissione Europea sulle importazioni di acciaio. Allo stesso tempo, a causa della situazione di incertezza, la domanda non è apparsa particolarmente forte. 

A detta degli operatori intervistati, i prezzi della vergella dovrebbero aumentare nel prossimo periodo alla luce dei risultati preliminari dell'inchiesta UE. Ciononostante, gli aumenti potrebbero essere inferiori a quelli previsti prima dell'annuncio delle misure di salvaguardia, poiché per le importazioni di vergella nell'UE è stata fissata una quota piuttosto generosa: 1.058.110 tonnellate, un limite che potrebbe bastare per i prossimi 200 giorni a fronte delle 1.055.000 tonnellate importate nei primi cinque mesi di quest'anno (fonte: Eurofer). 
In Italia, nello stesso periodo, sono state importate da paesi extra UE 160.000 tonnellate di vergella, il 19,4% in più su base annua (fonte: Federacciai). 


Ultimi articoli collegati

Minerale di ferro, prezzi al 24 febbraio

Cresce l'import statunitense di utensili a dicembre

Minerale di ferro, prezzi supportati da un miglioramento del sentiment in Cina

Prezzi delle lamiere stabili negli USA

Cina: prezzi del ferromanganese sul mercato locale – settimana 8