Algeria: il governo aiuterà El Hadjar nell'import di materie prime

venerdì, 06 novembre 2020 11:49:04 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il Ministero dell'Industria algerino ha dichiarato che El Hadjar, impianto siderurgico situato nella provincia di Annaba, sarà supportato dal governo locale in termini di approvvigionamento di materie prime.

L'asset sta soffrendo, tra gli altri problemi, interruzioni nella fornitura di minerale di ferro da parte delle miniere locali. «Abbiamo deciso di fornire a El-Hadjar materie prime e di importarle, se necessario, fino a che le miniera di Ouenza e Boukhadra non saranno in grado di fornire all'impianto 3 milioni di tonnellate». Fonti hanno affermato che la società richiede circa 4 milioni di tonnellate di minerale di ferro all'anno.

El Hadjar segue da anni un programma di rilancio supportato dal governo algerino. Secondo il Ministero dell'Industria, lo stabilimento avrebbe dovuto ricevere il permesso di importare materie prime fin dall'inizio. In tal caso, ci sarebbe stata la possibilità di avere un fornitore locale di semilavorati. Al contrario, si è assistito ad un incremento delle importazioni di semifiniti nel paese negli ultimi anni. 


Ultimi articoli collegati

Sudafrica: valore dell'export di metalli di base in calo nei primi dieci mesi

Algerian Qatari Steel in cerca di billette

Coils a caldo, Italia prima destinazione delle esportazioni turche in gennaio-settembre 

Turchia: esportazioni di vergella in calo nei primi nove mesi

UE: mercato siderurgico destabilizzato dalla volatilità dell'import secondo EUROFER