Ghisa, produttori CIS provano ad alzare i pezzi

venerdì, 26 giugno 2020 15:01:30 (GMT+3)   |   Istanbul
       

I produttori di ghisa dei paesi CIS, forti della domanda cinese, hanno provato ad alzare i prezzi negli ultimi giorni. Ciononostante, diversi operatori sono scettici riguardo al fatto che i nuovi livelli di prezzo verranno accettati tenuto conto che solo i clienti cinesi sono stati attivi nell'ultimo periodo. Altre fonti sono portate a credere invece che il mercato si rafforzerà ulteriormente a fronte di una certa carenza di materiale per la spedizione in tempi brevi. 

Questa settimana le offerte riguardanti la ghisa basica originaria dell'area CIS sono passate dal precedente livello di 315-320 $/t FOB a 315-325 $/t FOB. ArcelorMittal Kryviy Rih ha venduto 45.000 tonnellate di ghisa basica in Cina a 346 $/t CFR, prezzo che equivale a circa 315 $/t FOB mar Nero. La spedizione è programmata per agosto. Inoltre, un carico da 20.000 tonnellate di ghisa basica proveniente dalla Russia è stato venduto da un porto dell'Estremo Oriente a 349 $/t CFR, dove la tariffa di nolo ammonta a 10-12 $/t. La spedizione in questo caso è per settembre.

Diverse fonti hanno riferito che negli ultimi giorni la maggior parte dei fornitori russi è apparsa restia a vendere a meno di 325 $/t FOB. «Credo che abbiano fatto un errore a rifiutare le mie offerte d'acquisto a 315-320 $/t FOB – ha commentato un trader –. Ora il mercato è più debole, in particolare a fronte degli ordini di ghisa indiana in Cina». Come già riportato da SteelOrbis, un carico da 25.000-30.000 tonnellate di ghisa basica è stato venduto da JSW a 338 $/t CFR Cina, con spedizione ad agosto. Un altro lotto di ghisa indiana è stato venduto invece a 335 $/t CFR. «La Cina sta riducendo il suo appetito e questo potrebbe portare a un raffreddamento del mercato – ha aggiunto la stessa fonte –. Inoltre, i compratori statunitensi non sono ancora tornati sul mercato e l'economia USA sta ancora avendo difficoltà».

Al tempo stesso, altri trader si dicono più ottimisti facendo notare che la domanda è ancora piuttosto forte in Cina. Pertanto, ritengono che un prezzo di 350 $/t CFR rappresenti una possibilità concreta nel prossimo periodo. 


Ultimi articoli collegati

Billette, offerte dai paesi CIS in rialzo grazie alla Turchia e alla Cina

Ghisa, i produttori CIS riescono ad alzare i prezzi

Evraz, produzione di acciaio e ghisa in calo nel primo trimestre

Billette, produttori CIS pronti ad alzare nuovamente i prezzi

Ghisa, i compratori internazionali riprendono ad acquistare