Billette, sotto pressione le offerte dai paesi CIS

giovedì, 04 aprile 2019 15:36:14 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Le offerte riguardanti billette provenienti dai paesi CIS sono rimaste stabili rispetto a sette giorni fa, tuttavia i compratori stanno continuando ad esercitare una pressione al ribasso sui prezzi. 

La vendita più recente in Algeria è stata caratterizzata da un prezzo di 440 $/t FOB e ha indotto i compratori a prevedere un calo dei prezzi internazionali delle billette. Le offerte dei fornitori dell'area CIS si attestano ora prevalentemente a 440-445 $/t FOB, tuttavia alcuni grossi produttori si sono rifiutati di abbassare i prezzi e continuano ad offrire materiale a 450-455 $/t FOB. Si registra una discreta domanda di billette nei paesi del Sudest asiatico e negli Emirati Arabi Uniti, ma le billette a basso prezzo provenienti dall'Iran stanno esercitando una pressione negativa sulle offerte dei fornitori dell'area CIS. 

In Turchia, nel frattempo, la domanda di billette è rimasta estremamente bassa. I produttori siderurgici turchi al momento non stanno formulando richieste ma, qualora dovessero tornare ad acquistare, esigerebbero prezzi significativamente inferiori. 

Per finire, in Egitto, l'avvio di un'indagine di salvaguardia sulle importazioni di billette e tondo ha frenato la domanda locale. 


Ultimi articoli collegati

Prezzi del tondo stabili in Turchia

India: JSW sempre più vicina alla costruzione di un'acciaieria nell'Odisha

Brasile: lieve rialzo del prezzo del tondo per l'export

Bulgaria: i produttori di tondo alzano i prezzi

USA: terminata la salita dei prezzi dei coils a caldo