Il mercato dei lunghi dell’Europa meridionale potrebbe aver raggiunto il fondo

venerdì, 09 giugno 2023 11:19:13 (GMT+3)   |   Brescia
       

«Forse si è toccato il fondo». Questa è la sensazione (e la speranza) di alcuni operatori nel settore dei lunghi dell’Europa meridionale. La domanda resta bassa, ma iniziano a esserci più ordini e i produttori cercando di mantenere fermi i prezzi o puntare ai rialzi.
Nel mercato locale del tondo in Italia, se da una parte sembra che siano stati conclusi diversi ordini a 350-370 €/t base partenza nella scorsa settimana (quando i prezzi erano stati segnalati a circa 375 €/t base partenza), dall’altra alcuni produttori hanno cercato di riportare il livello ai 430 €/t base partenza, per testare il mercato e vedere cosa accade. Alcune fonti ritengono che tale aumento sia piuttosto brusco e che potrebbe non essere accettato dal mercato dopo un lungo periodo di flessione.

Nel segmento delle esportazioni, il tondo italiano è stato offerto a 560 €/t franco partenza (a cui si aggiungono i costi dei trasporti), o 590 €/t reso cliente, stabile rispetto alla scorsa settimana. La vergella da rete dall’Italia invece si è attestata a 590-600 €/t reso cliente in Europa, mentre la vergella da trafila a 625 €/t reso cliente in Europa. Secondo quanto dichiarato dalle fonti, la vergella da rete nei Paesi europei si è attestata a circa 605-620 €/t reso cliente, stabile su base settimanale, mentre quella da trafila a 620-630 €/t reso cliente.

Dalla Grecia sono state segnalate offerte a 610 €/t FOB per il tondo e 630 €/t FOB per la vergella, mentre le offerte di tondo dalla Spagna sembrano essere di 600-610 €/t CFR verso il Baltico e di 610 €/t CIF verso il Regno Unito, con un nolo stimato di circa 40-50 €/t a seconda del volume e della destinazione. Inoltre, secondo alcune fonti, l’idea di prezzo degli acquirenti per il tondo spagnolo è di circa 590 €/t CFR in Belgio e Paesi Bassi, dove in questi giorni ci sarebbe stata una certa domanda.

La situazione sembra comunque ancora difficile: la domanda resta bassa, ma in una “soglia di sicurezza”, ma le acciaierie si trovano in difficoltà tra i prezzi dei lunghi e il prezzo del rottame che sembra non scendere sotto una certa soglia.

«Bisognerà inoltre capire come la nuova bozza dell’unione Europea circa l’inclusione di India, Malesia, Egitto, Indonesia, nelle quote europee influenzerà l’acquisto di vergella da parte dei grandi consumatori» ha aggiunto una fonte di un’acciaieria italiana. «E capire se il danno della diga Kakhovka Hydroelectric Power Plant in Ucraina, cambierà in qualche modo la capacità delle acciaierie Ucraine di consegnare nel prossimo breve periodo». In particolare, come riportato da SteelOrbis, le acciaierie ucraine di Metinvest continuano a lavorare secondo le modalità abituali, mentre ArcelorMittal Kryvyi Rih, che si riforniva di acqua dal bacino di Kakhovka, ha annunciato l’interruzione della produzione di acciaio grezzo e delle operazioni di laminazione. Tale situazione potrebbe comportare un certo numero di ordini sospesi.

Nel segmento dell’import, l’Egitto si è attestato a 565-570 $/t FOB sia per le offerte di tondo che di vergella, che significa circa 552-556 €/t CFR Europa meridionale, stabile rispetto alla scorsa settimana. Le offerte dall’Arabia Saudita si sono attestate a 550-560 €/t CFR porti europei, mentre la Malesia sta offrendo 560 $/t FOB per la vergella, con circa 60 $/t di trasporto.


Articolo precedente

Turchia, lunghi: prezzi export più morbidi, le acciaierie tentano di stimolare le vendite

22 mag | Lunghi e billette

Cina, produzione di tondo in calo nel periodo gennaio-aprile

22 mag | Notizie

Stabile la situazione nel mercato dei lunghi dell’Europa meridionale, si escludono nuovi cali

17 mag | Lunghi e billette

Romania, lunghi: i prezzi spot diminuiscono poiché le prospettive rimangono sfavorevoli

16 mag | Lunghi e billette

Turchia, lunghi: domanda export moderata

16 mag | Lunghi e billette

Cina: prezzi medi dell'acciaio in leggero aumento dal 6 al 12 maggio

16 mag | Notizie

Libano: calmo il mercato del tondo nel contesto del conflitto in Medio Oriente

14 mag | Lunghi e billette

Cina, in calo le scorte dei principali prodotti siderurgici finiti all’inizio di maggio

14 mag | Notizie

Gli acquirenti iniziano a rispondere a qualche aumento nel mercato dei lunghi dell’Europa meridionale

10 mag | Lunghi e billette

Romania, lunghi: prezzi stabili a causa dell’attività debole dopo le vacanze

10 mag | Lunghi e billette