Voestalpine torna all'utile nell'anno finanziario 2020/21

venerdì, 11 giugno 2021 16:25:46 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Il produttore austriaco Voestalpine AG ha registrato un utile netto di 31,7 milioni di euro nell'esercizio finanziario 2020/21, conclusosi lo scorso 31 marzo, contro la perdita netta di 216,5 milioni di euro registrata nell'esercizio precedente. Nello stesso anno fiscale i ricavi sono calati dell'11,4%, a 11,26 miliardi di euro, mentre l'EBITDA è sceso del 4%, a 1,13 miliardi. 

La società ha dichiarato che l'anno finanziario 2020/21 è stato caratterizzato da una recessione economica di proporzioni storiche. Mentre quasi tutti i segmenti di clientela hanno visto la domanda scomparire nel primo trimestre, a partire dal secondo trimestre la richiesta è tornata a crescere nonostante le misure di confinamento in numerosi mercati, e ha continuato a migliorare durante l'anno commerciale. L'industria automobilistica, in particolare, si è rafforzata dopo aver toccato i livelli più bassi di sempre dopo lo scoppio dell'emergenza Covid-19, innescando una crescita sostanziale della domanda di prodotti siderurgici di alta qualità.

«Le misure che abbiamo intrapreso internamente per ridurre i costi e aumentare l'efficienza hanno contribuito in modo decisivo ai positivi risultati dell'anno per il gruppo – ha affermato il presidente di Voestalpine AG, Herbert Eibensteiner –. Nonostante la crisi economica, Voestalpine ora ha più liquidità e meno debiti rispetto a solo un anno fa».

Secondo quanto affermato da Voestalpine, attualmente è elevata la domanda proveniente da quasi tutti i segmenti di clientela più importanti. Data la situazione, la società si aspetta che l'economia continui lungo la sua traiettoria al rialzo almeno fino alla fine dell'anno solare 2021. Inoltre, Voestalpine si aspetta che i pacchetti di stimolo economico dell'Ue e degli Stati Uniti forniranno un importante impulso alla crescita dopo la fine della pandemia. La società prevede un EBITDA per l'anno finanziario 2021/22 compreso tra 1,6 e 1,9 miliardi di euro, sempre che la ripresa economica prosegua e che non si verifichino nuove e inaspettate distorsioni del mercato. 


Ultimi articoli collegati

Decarbonizzazione: partnership tra Rio Tinto e POSCO per lo sviluppo di tecnologie

Canada apre indagine antidumping sugli OCTG importati dall'Austria

Francia: import/export di acciaio in crescita in gennaio-maggio

Coils a caldo, entra in vigore nell'Ue il dazio antidumping contro la Turchia

Liberty Galati, i risultati del primo trimestre sono i migliori dal 2008