Ue: dazio definitivo sull'import di fili e trefoli cinesi

giovedì, 02 settembre 2021 13:02:14 (GMT+3)   |   Brescia
       

La Commissione europea ha annunciato l'istituzione di un dazio antidumping definitivo sulle importazioni di alcuni tipi di fili e trefoli in acciaio per cemento armato precompresso e postcompresso originari della Cina. La decisione è arrivata al termine di un riesame richiesto il 28 febbraio 2020 dallo European Stress Information Service (ESIS), che rappresenta oltre il 25% della produzione totale dell'Ue del prodotto in questione. 

Le aliquote del dazio antidumping definitivo ammontano al 31,1% per Ossen Innovation Materials Co. Joint Stock Company Ltd (Maanshan) e Ossen Jiujiang Steel Wire Cable Co. Ltd (Jiujiang), allo 0% per Kiswire Qingdao, Ltd (Qingdao) e al 46,2% per tutte le altre società cinesi. 

Il prodotto in oggetto consiste in fili non rivestiti di acciai non legati, fili zincati di acciai non legati e trefoli, rivestiti e no, di acciai non legati, composti da non più di 18 fili, contenenti, in peso, lo 0,6 % o più di carbonio, la cui sezione trasversale massima è superiore a 3 mm, attualmente classificati con i codici NC ex 7217 10 90, ex 7217 20 90, ex 7312 10 61, ex 7312 10 65 ed ex 7312 10 69. I trefoli galvanizzati (ma senza strati protettivi di altri materiali), composti da sette fili il cui filo centrale ha un diametro identico o superiore di meno del 3 % a quello degli altri sei fili, non sono assoggettati al dazio antidumping definitivo.


Ultimi articoli collegati

Dazi, rappresentante per il Commercio USA «ottimista» riguardo a un accordo con l'Ue

Assofermet: dopo i dazi sull'alluminio, l'Ue sospenda anche la salvaguardia sull'acciaio

Ue, dazio definitivo sulle importazioni di vergella cinese

Benso (Assofermet): «Con l'import i distributori a loro rischio hanno dato continuità di fornitura»

Salvaguardia Ue: già esaurite le quote per alcuni prodotti