India: proposti dazi antidumping provvisori su acciai rivestiti provenienti da tre paesi

mercoledì, 17 luglio 2019 15:18:07 (GMT+3)   |   Calcutta
       

Dopo aver concluso le indagini sulle importazioni di prodotti rivestiti in alluminio e zinco originari della Cina, del Vietnam e della Corea del Sud, nelle quali è stato riscontrata una situazione di dumping, la Direzione generale degli scambi commerciali dell'India (DGTR) ha consigliato l'istituzione di dazi antidumping provvisori.

La DGTR avrebbe già inoltrato ufficialmente le aliquote raccomandate al dipartimento delle entrate, che risponde al ministero delle finanze.

Mentre si attende il completamento delle procedure necessarie da parte della DGRT, i dazi provvisori proposti sono stati comunicati a tutte le parti interessate. Si terranno quindi delle udienze prima dell’annuncio delle aliquote definitive e del periodo nel quale saranno in vigore.

I dazi antidumping dovrebbero aggirarsi tra i 28,67 e i 122,66 $/t per gli acciai rivestiti in alluminio e zinco provenienti dalla Corea del Sud, a seconda del produttore/esportatore. Nel caso dei prodotti provenienti dal Vietnam, l’aliquota dovrebbe variare tra i 45,35 e i 199,35 $/t, mentre sulle importazioni dalla Cina dovrebbero essere applicati dazi tra i 68,08 e i 129,59 $/t.

L’indagine antidumping era stata avviata in seguito alla richiesta del produttore indiano JSW Steel Coated Products Limited.


Ultimi articoli collegati

Coils a caldo, le acciaierie indiane ritirano le offerte verso la Cina

India: dazio antidumping definitivo su acciai rivestiti provenienti da Cina, Vietnam e Corea del Sud

Coils a caldo, esportatori indiani preoccupati dalle tensioni con la Cina

Coils zincati a caldo, gli esportatori indiani riducono leggermente i prezzi

Coils a caldo, gli esportatori indiani alzano i prezzi ma la domanda si indebolisce