Importazioni turche di ghisa in flessione nei primi cinque mesi dell’anno

venerdì, 19 luglio 2019 17:21:52 (GMT+3)   |   Istanbul
       

Secondo quanto comunicato dall’Istituto di statistica turco (TUIK), a maggio 2019 le importazioni di ghisa sono ammontate a 135.675 tonnellate, dato in crescita del 64,3% rispetto a maggio 2018 e in calo dell’11,9% rispetto ad aprile. Il valore totale generato da queste importazioni è salito del 44,9% su base annua ma è sceso del 12,4% su base mensile, attestandosi a 48,52 milioni di dollari.

Le importazioni di ghisa sono invece ammontate a 614.807 tonnellate nei primi cinque mesi del 2019 diminuendo del 4,6% su base annua; il loro valore ha raggiunto i 222,9 milioni di dollari, in calo del 9,1%, sempre su base annua.

Nello stesso periodo, la Turchia ha importato 448.912 tonnellate di ghisa dalla Russia (+7,34% su base annua), principale fonte di ghisa, seguita dall’Ucraina con 49.736 tonnellate fornite (-47,39% su base annua).

Le principali fonti di importazioni di ghisa in Turchia da gennaio a maggio sono state le seguenti:

Paese

Quantità (t)

 

 

 

 

 

 

Gennaio-Maggio 2019

Gennaio- maggio 2018

Variazione (%)

Maggio 2019

Maggio 2018

Variazione (%)

Russia

448.912

418.199

7,34

105.481

52.367

101,43

Ucraina

81.029

154.026

-47,39

26.195

26.081

0,44

Brasile

48.152

52.830

-8,85

-

216

-

Germania

20.431

10.232

99,68

-

3.897

-

Sudafrica

14.000

9.000

55,56

4.000

-

-


Ultimi articoli collegati

Turchia: crescono i prezzi del rottame proveniente dalla regione baltica

Rottame, prezzi sempre più vicini ai 280 $/t CFR Turchia

Produttore turco ordina rottame proveniente dalla Russia settentrionale

Turchia: i prezzi d'acquisto del rottame da cantieristica navale toccano i 265 $/t

Rottame, clima positivo sul mercato turco