Il Ministero delle finanze messicano blocca i conti di AHMSA per accuse di corruzione

mercoledì, 29 maggio 2019 12:00:46 (GMT+3)   |   San Paolo
       

Un funzionario ha dichiarato che il Ministero delle finanze e del credito pubblico messicano, SHCP, ha bloccato i conti correnti bancari del produttore siderurgico integrato messicano Altos Hornos de Mexico (AHMSA) a causa di accuse di corruzione.

Secondo le accuse AHMSA avrebbe effettuato “transazioni multiple” dento e fuori dal territorio messicano che presumibilmente “non provengono da attività lecite”. SHCP ritiene infatti che queste transazioni siano frutto di corruzione. Il Ministero ha dichiarato che ad AHMSA viene garantito il diritto di difendersi in tribunale, anche producendo prove per la sua difesa.

SHCP ha inoltre dichiarato che i conti dei dipendenti AHMSA verranno sbloccati martedì, giorno in cui è fissata l’udienza. I conti di AHMSA resteranno invece bloccati.

AHMSA ha dichiarato che il blocco dei conti non mette a rischio i pagamenti ai creditori già pianificati e nemmeno la riquotazione sul mercato azionario della Bolsa Mexicana de Valores,BMW.


Ultimi articoli collegati

Ministro Gualtieri: «Ilva resti con un azionista di maggioranza privato»

Produzione argentina di acciaio grezzo in calo a dicembre e nel 2019

Coils a caldo, possibili sconti sui prezzi da parte dei produttori turchi per l'Italia

ArcelorMittal annuncia lo stato di forza maggiore in Francia